Serie B, 35.ma giornata: il Crotone vola via, Cagliari ko, Bari in ripresa

Print Friendly, PDF & Email
Read Time2 Minutes, 0 Seconds

E’ ormai solo questione di tempo (poco) e di matematica, ma il Crotone è virtualmente in serie A, la prima storica avventura dei calabresi nella massima divisione nazionale dopo che solamente nell’estate del 2000 i rossoblu festeggiavano l’esordio in serie B. Gli uomini di Juric hanno 16 punti di vantaggio sul terzo posto e già nella prossima settimana battendo lo Spezia potrebbero centrare la promozione.

Crotone quasi in A, dunque, dopo il successo per 2-1 in casa di una tranquilla Ternana, mentre alle spalle della capolista c’è un Cagliari in difficoltà che dopo il ko contro lo Spezia si fa battere pure dall’Ascoli che con la doppietta di Cacia si allontana dalla zona calda della classifica. La promozione del Cagliari non sembra in discussione, ma la flessione della squadra di Rastelli è quantomeno preoccupante, soprattutto perchè i sardi sembrano aver staccato la spina troppo in fretta. Chi invece non sbaglia più un colpo è il Bari che col successo al 95′ a Livorno resiste in terza posizione e condanna i toscani ad una retrocessione ormai quasi certa; bene anche lo Spezia che vince lo scontro diretto con il Novara e tiene dietro lo scatenato Trapani di Serse Cosmi che a Modena vince 4-1, mantiene in difficoltà gli emiliani di Bergodi (quart’ultimi) e centra la quinta vittoria consecutiva per un posto nei playoff che i siciliani meritano ampiamente. Rallenta il Cesena, bloccato in casa sull’1-1 dal Vicenza quint’ultimo, che ora viene agganciato dal Pescara, vittorioso per 3-1 ad Avellino contro una formazione già in vacanza. Rientra in zona spareggi pure l’Entella dopo il successo di Lanciano che sompiglia le carte anche nei bassifondi della classifica perchè ora gli abruzzesi sono di nuovo in bagarre così come il Latina, beffato nel finale da una Salernitana che col 3-2 sui laziali rilancia le proprie ambizioni di salvezza, obiettivo anche della Pro Vercelli, uscita da Como con un 1-1 buono per il morale dei piemontesi, inutile per la classifica dei lombardi, sempre più ultimi e staccati ed ormai rassegnati ad una retrocessione inevitabile dopo un solo anno fra i cadetti. Nel posticipo, infine, Brescia e Perugia si giocano le rispettive flebili speranze di rientrare in lotta per la promozione.

Con 21 centri in campionato, Gianluca Lapadula (Pescara) è sempre più capocannoniere della serie B, seguito da Caputo (Entella) a 16 e dalla coppia Ganz (Como) – Budimir (Crotone) che si trova a quota 14. Distanziati Coda (Salernitana) e Farias (Cagliari) a 13.

di Marco Milan

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles