Zootropolis, il nuovo film d’animazione Disney

Al cinema la storia ambientata in una città di animali senza predatori né prede

Zootropolis, il nuovo film di animazione Disney, è una città popolata da animali che non si differenziano più in predatori e prede, ma vivono tutti in armonia tra loro e posseggono vizi e virtù, ambizioni e fragilità molto umane.
zootropolisLa storia ha per protagonista la coniglietta Judy Hopps. Invece di coltivare carote come vorrebbero i suoi genitori, Judy sceglie di inseguire il sogno di diventare la prima coniglia poliziotta nella storia della città. Dopo aver frequentato l’accademia di polizia si trasferisce quindi nella metropoli di Zootropolis, un moderno e tecnologico agglomerato di quartieri abitati da ogni specie animale. Qui scopre che la vita non è per niente facile.

Il sogno si scontra con la realtà prospettatale dal suo capo, il bufalo Capitan Bogo, che la snobba e le assegna il ruolo di ausiliare del traffico. L’iniziale delusione non ha però tempo di attecchire nella tenace coniglietta che, determinata più che mai a dimostrare il proprio valore, si imbatterà nella risoluzione di un caso. Determinante sarà l’aiuto di Nick Wilde, una volpe scaltra e truffaldina all’inizio antagonista della poliziotta per via di un traffico illegale, in seguito preziosa complice nello svelamento del mistero che avvolge la città. La loro amicizia getta una luce sulle dinamiche tipiche di un legame affettivo che, per quanto autentico, non per questo è esente dal rischio di rompersi per sempre a causa della paura instillata nelle menti degli abitanti di Zootropolis da chi vorrebbe governare mettendo gli uni contro gli altri.
Tra indizi e sospetti, fughe rocambolesche e inseguimenti, i protagonisti attraversano campagna, città, foresta tropicale e vette innevate a suon di colpi di scena e battute divertenti, il tutto curato con una grafica ineccepibile e colori brillanti.

Senza volersi inoltrare in letture eccessivamente complesse del film, emergono tuttavia degli spunti interessanti ai quali non ci si può sottrarre, come l’importanza di credere nei propri sogni e di impegnarsi per realizzarli anche a costo di sacrifici. La coniglietta July rappresenta il coraggio di uscire dal recinto della consuetudine, l’audacia di non ricalcare le orme già tracciate da altri, ma di cercare il proprio cammino affrontando i rischi e l’incognita del cambiamento. Lei è anche la saggezza di ammettere i propri errori, fare un passo indietro e cercare di rimediare.

Il lungometraggio è uscito nelle sale lo scorso 18 febbraio e nel secondo weekend di programmazione già svettava sul gradino più alto del botteghino italiano. Il 55° film della Walt Disney Animation Studios è infatti salito dal terzo al primo posto del box office, realizzando un incasso di poco meno 3 milioni di euro. Diretto da Byron Howard e Rich Moore, Zootropolis annovera tra i suoi doppiatori italiani Massimo Lopez, Diego Abatantuono, Paolo Ruffini, Nicola Savino, Frank Matano, Teresa Mannino e Leo Gullotta.

(di Laura Guadalupi)

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *