EuroBasket 2015 – i gruppi A e B dopo la quinta giornata

Print Friendly, PDF & Email
Read Time5 Minute, 4 Second

gruppo AFINLANDIA-POLONIA 65-78

Sfida per il terzo posto tra Finlandia e Polonia. La Polonia inizia subito a rosicchiare punti agli scandinavi, Waczynski è immarcabile, al termine della partita metterà a referto 17 punti e 3 assist. Nella Finlandia è Huff invece a fare la voce grossa, anche lui 17 punti. Nel terzo e nel quarto quarto i polacchi acquisiscono i punti della sicurezza, accumulandone anche 15 di vantaggio. Dopo due sconfitte consecutive torna quindi alla vittoria la Polonia, che vola a Lille e dovrà vedersela con la Spagna, seconda del gruppo B.

BOSNIA HERZEGOVINA-RUSSIA 61-81

Partita inutile alla Park&Suites Arena, Bosnia e Russia infatti si giocano semplicemente il piazzamento di ultima o penultima nazionale del girone, perché entrambe sono state eliminate. I russi hanno perso tutte e 4 le partite precedenti a questa, mentre la Bosnia ha battuto Israele, perdendo però tutte le altre gare, compresa quella di ieri contro la Finlandia, che era uno spareggio qualificazione. Evidentemente, anche in questo sport, la motivazione fa la differenza. I Bosniaci infatti probabilmente sono ancora con la testa al match di ieri e nonostante per metà della partita siano in vantaggio, subiscono il ritorno dei russi, che nel quarto quarto con un parziale di 26-11 vincono il loro primo ed unico match di EuroBasket 2015.

ISRAELE-FRANCIA 61-86

Francia ed Israele è la sfida per il primo ed il secondo posto, in questo girone. Le squadre scendono in campo alle 21, già sapendo il risultato di Serbia-Italia e Germania-Spagna, conoscono quindi i piazzamenti del gruppo B con cui dovranno intrecciarsi, in caso di arrivo al secondo posto c’è quasi sicuramente da vedersela con l’Italia. Entrambe quindi sanno dell’importanza della prima posizione. La Francia nel primo quarto fa capire le sue intenzioni ad Israele (10-22). La tecnica degli israeliani invece, visto che si gioca a distanza ravvicinata è visto il maggior talento della Francia, è quella di tenere in panchina titolari come Casspi, Mekel ed Eliyahu, non c’è quindi da stupirsi se i transalpini vincono con 15 punti di distacco e compiono il mini spostamento da Montpellier a Lille come primi del gruppo A.

Gruppo BSERBIA-ITALIA 101-82

Per l’analisi completa del match, vi rimandiamo all’articolo http://www.mediapolitika.com/sport/senza-categoria/9354-eurobasket-2015-super-serbia-travolge-litali/

GERMANIA-SPAGNA 76-77

Nuova partita e nuova finale per i padroni di casa. I tedeschi già ieri contro l’Italia erano con le spalle al muro e stavano per ottenere la vittoria qualificazione, poi sfumata all’overtime ed oggi hanno l’occasione della vita contro la Spagna. Gli iberici stanno giocando un’ottima palla canestro sul lato offensivo del campo (primi per punti ad EuroBasket), ma scricchiolano dietro e sembrano non avere la solidità mentale che è richiesta in una competizione del genere, forse perché non c’è stato il tanto sperato ricambio generazionale. La Mercedes-Benz Arena è ovviamente piena ed incita i suoi beniamini, i tedeschi chiudono il primo quarto in vantaggio, ma nel secondo subiscono la rimonta della Spagna che termina il primo tempo in vantaggio di un punto. Il terzo quarto è da incubo per i teutonici (10-19 il parziale), battuti da un ottima prestazione del top scorer del torneo Gasol  a cui la stampa aveva chiesto di portare i suoi a Lille. Gli ultimi 10 minuti dei teutonici sono però commoventi, Schroeder e Nowitzki in tandem recuperano i punti di svantaggio ed ad un minuto dal termine la Germania è sotto di 4 punti. Lo con una tripla porta il distacco ad una sola lunghezza, sconcerto tra gli spagnoli che proprio sulla linea d’arrivo stanno vedendo sfuggire il sogno ottavi di finale e qualificazione all’olimpiade annessa. La Germania usa il fallo sistematico, manda in lunetta Llull, la guardia del Real Madrid fa 2 su 2. Per non subire la rimonta tedesca anche Scariolo chiede ai suoi di fare fallo sistematico, va in lunetta Schroeder, ma anche lui realizza entrambi i tiri. La Germania a 7 secondi dalla fine della partita è costretta a fare fallo su Llull a cui la mano nuovamente non trema e riporta la Spagna a +3. Tedeschi che senza più la possibilità di chiamare time out devono ripartire con una rimessa dalla propria metà campo, la palla arriva a Schroeder che velocissimo entra nella metà campo tedesca e va a forzare una tripla, Ribas interviene imprudentemente su di lui, concedendo alla Germania tre tiri liberi che possono voler dire tempi supplementari. Il play degli Atlanta Hawks, fino a quel momento con il 100% dalla lunetta (5/5) e per distacco il miglior giocatore della sua squadra, segna senza problemi i primi due tiri, ma fallisce il terzo e decisivo scoppiando in lacrime. In lacrime anche Dirk Nowitzki per l’all star NBA questa è l’ultima partita in nazionale, lui che ha dato tutto per il suo paese sportivamente parlando, alla Mercedes-Benz Arena nessuno si azzarda a muoversi dalla sedia, c’è da tributare il giusto omaggio e saluto ad uno dei giocatori più forti del mondo.

TURCHIA-ISLANDA 111-102

Partita commovente quella della Germania iniziata circa tre ore prima di questa sullo stesso parquet e partita commovente anche quella degli islandesi contro la Turchia. L’unica squadra esordiente ad EuroBasket sorteggiata nel girone della morte, ci regala un encomio di altissimo livello. Di fronte ha la Turchia, costretta dai risultati del pomeriggio a vincere con un ampio margine di scarto per evitare di finire quarta ed andare quindi a giocare gli ottavi di finale contro la Francia. I turchi guidati da Muhammed Alì (28 punti) riescono ad ottenere la doppia cifra di vantaggio. Ma il finale è in volata, con la Turchia sopra di 5 a 30 secondi dal termine Sigurdarson riavvicina i suoi ad un possesso pieno di distanza. Muhammed Alì perde palla ed all’ultimo secondo la tripla di Gunnarsson impatta il match. Ai supplementari i ragazzi del nord non hanno più la forza di impensierire la Turchia che vince, ma nonostante non sia ancora arrivata la prima W in questo torneo per l’Islanda, questa partita resterà impressa nella loro storia.

0 0
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles