Un derby per la Champions… ma i tifosi?

Vince Lotito: derby spostato
Vince Lotito: derby spostato

Una partita normale forse no, tre punti a disposizione, no non è solo questo, non un match normale ma un vero e proprio scontro tra due squadre, tra due tifoserie da sempre nemiche, da sempre eterne rivali. Poi come accade spesso, il destino ci mette lo zampino, quello che poteva essere un “normalissimo” derby di fine stagione dove giocarsi solo, si fa per dire, la supremazia cittadina si è trasformato in un vero e proprio scontro per la Champions. Un secondo posto che fa gola e che oltre a garantire l’accesso diretto alla fase a gironi della prossima Coppa dei Campioni, metterebbe a disposizione una sostanziosa somma da investire sul mercato.

Un derby, quindi, che può dare tanto ma che può anche togliere tanto. La Lazio, protagonista di una stagione sopra le righe, può conquistare, alla prima stagione targata mister Stefano Pioli, un piazzamento prestigioso quanto insperato a inizio campionato. La Roma, da parte sua, deve confermare il risultato della scorsa stagione, deve rimediare a un girone di ritorno con poche luci e tante ombre ma soprattutto ribadire che subito dopo la Juve è la squadra più forte. Una stracittadina che doveva giocarsi domenica 24 maggio alle ore 15, non di sera perché prevale la linea della prefettura che non vuole si disputi in notturna, e allora che domenica pomeriggio sia, come ai vecchi tempi, peccato che la Juve involontariamente ha rimesso in discussione tutto e tutti. La qualificazione della vecchia signora, grazie alla vittoria sul Real Madrid, alla finale di Berlino della coppa dalle grandi orecchie, ha costretto la  Lega Calcio, come da programma, ad anticipare la finale di Coppa Italia tra la squadra di Allegri, appunto, e la Lazio. E allora la società biancoceleste ha fatto sapere ieri di aver chiesto ufficialmente il posticipo del derby romano a lunedì 25, ore 18 o 18 e 30. Richiesta prontamente accettata nella giornata di oggi.

La società biancoceleste si è assunta l’onere dell’eventuale rimborso dei biglietti a chi non potesse utilizzarli nella nuova data. E i tifosi? Con questa decisione solo loro i primi ad essere danneggiati. Uno spettacolo solo ed esclusivamente per i tifosi che rischia di diventarlo per pochi. Il lunedì lavorativo non facilita sicuramente lo spostamento di una così grande massa di gente verso lo stadio Olimpico, anzi, la renderebbe più complicata che mai tenendo conto del traffico che normalmente  attanaglia la capitale. Una decisione che potrebbe e non poco complicare la gestione dell’ordine pubblico da parte delle forze dell’ordine. Il rimborso del biglietto, con tutta probabilità, non allevierà la delusione di non poter essere presenti allo spettacolo più atteso dell’ anno almeno all’interno del grande raccordo anulare. Un calcio che guarda sempre di più ai propri interessi senza preoccuparsi minimamente di quelli dei tifosi, di chi lo ha reso così importante e così popolare. Si attende soltanto la decisione della Lega per l’orario, poi ognuno farà le proprie considerazioni ma una cosa è certa, gli unici a rimetterci sono sempre i tifosi, come al solito.

di Claudio Serratore

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *