Serie B, 39.ma giornata: il Frosinone batte il Bologna e si avvicina alla serie A, Varese retrocesso

Prima il Carpi, adesso il Frosinone. Il campionato di serie B prosegue nell’infornata di nomi nuovi per la promozione, con una serie A che il prossimo anno potrebbe annoverare due matricole assolute ai nastri di partenza. Carpi in serie A da giorni (da mesi, in realtà), Frosinone a 6 punti dal sogno dopo il successo nello scontro diretto con il Bologna, battuto al Matusa per 2-1.

Frosinone protagonista di giornata, dunque, grazie alla vittoria sofferta ma meritata contro un Bologna sempre più deludente che torna dal Lazio con le pive nel sacco ritrovandosi a 4 lunghezze dal secondo posto occupato dagli uomini di Stellone e in quarta posizione perchè nel frattempo il Vicenza pur non andando oltre lo 0-0 casalingo contro l’Entella, aggancia i felsinei in classifica ma con un punto virtuale in più avendo dalla sua il vantaggio degli scontri diretti. La lotta per gli altri posti playoff, poi, si accende grazie ai successi di Spezia (4-1 al quasi retrocesso Brescia), Perugia (1-0 al pericolante Trapani) ed Avellino che supera per 3-2 il Pescara in uno scontro diretto che consolida la posizione dei campani e mantiene fra le prime otto gli abruzzesi che sono però sempre tallonati dal Livorno che a Catania acciuffa l’1-1 nel settimo minuto di recupero. Anche la zona retrocessione è più viva che mai pur perdendo il Varese che, sconfitto in casa dal Latina che vede in rialzo le sue azioni per restare in serie B, saluta definitivamente la cadetteria dopo cinque stagioni consecutive e la promozione sfiorata nel 2012 (finale playoff persa contro la Sampdoria); il Brescia, penultimo, è ad un passo dall’epilogo simile a quello del Varese, ma anche il Cittadella, battuto a Bari nel finale, non se la passa bene con la sua terz’ultima posizione (-3 dal playout) che porta dritti in terza serie. Ritrova il successo la Pro Vercelli che supera 3-2 il Crotone in una sorta di spareggio che vale ai piemontesi il sorpasso sui calabresi che oggi giocherebbero la coda di campionato contro l’Entella. Un gradino più in alto c’è la Ternana che a Lanciano ha conquistato un buon punto, utile a muovere la classifica ma non a tranquillizzare del tutto la squadra di Tesser; più sereno è invece ancora il Modena, ma la sconfitta interna degli uomini di Melotti contro il già promosso Carpi che non fa davvero sconti a nessuno, tiene accesi preoccupanti campanelli d’allarme per il finale di stagione dei modenesi, non ancora sicuri della permanenza in serie B.

Balza in testa alla classifica dei marcatori Catellani (Spezia) con 19 reti, seguito da Granoche (Modena) e Maniero (Catania) a 18, quindi Calaiò (Catania), Ciano (Crotone), Cocco (Vicenza) e Marchi (Pro Vercelli) a quota 17. La serie B, infine, dopo aver riabbracciato la scorsa settimana la Salernitana, promossa e tornata fra i cadetti dopo cinque anni, accoglie per la prima volta il Teramo, vincitore del girone B della serie C1.

di Marco Milan

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *