Basket. La Virtus si ferma in Eurocup, ma la testa era già al campionato

Print Friendly, PDF & Email
Read Time1 Minute, 37 Seconds

La Virtus Roma si prende un turno di riposo in Eurocup, perdendo malamente a Siviglia, ma non compromettendo la prima posizione nel girone. Infatti, poco prima dell’inizio della gara, Roma era cosciente della vittoria di Charleroi a Nymburk e questo può spiegare l’atteggiamento soft della squadra di Dalmonte per tutti i quaranta minuti. Basterà una vittoria nel prossimo turno in casa contro Nymburk per aggiudicarsi la vittoria del girone.

Già nel primo quarto si intuisce la piega della partita: Roma non regge quasi mai gli uno-contro-uno, si fa dominare sotto canestro da Oriola e Hernangomez, è in generale passiva, quasi spettatrice della gara. I 30 punti subiti nel primo quarto ne sono una logica conseguenza. Solo Triche (sarebbe da dire il solito Triche in versione europea, 22 punti) cerca di tenere i suoi quantomeno a galla con 7 punti nel solo primo quarto. Nel secondo quarto gli spagnoli prendono il largo grazie alla sapiente regia di un navigato come Berni Rodriguez ed al talento del lettone Porzingis, seguito da vari scout NBA.  La Virtus molla definitivamente all’inizio del terzo quarto, con Hernangomez che banchetta sotto canestro contro la piccola taglia romana. Lo spagnolo classe ’94 chiuderà con 21 punti, 7/8 dal campo, 6/7 ai liberi, 7 rimbalzi, 2 assist, 2 recuperi, 5 falli subiti per un totale di 31 di valutazione: è stato nominato miglior giocatore dell’ottava giornata di Eurocup. Il resto è stato pure garbage-time, con Roma che ha toccato un massimo di -27 (87-60 nell’ultimo quarto) e Dalmonte che ha dato un po’ più di spazio alla panchina (Daniele Sandri secondo per minutaggio). Il coach della Virtus non ha nascosto, a fine partita l’amarezza per l’atteggiamento della sua squadra: “Non abbiamo mai dato un segnale all’interno della partita che potesse far pensare ad una nostra rimonta. Abbiamo giocato troppo soft, spero non sia per il fatto che siamo già qualificati: sarebbe una mentalità mediocre”. Per poter dare una sterzata al campionato, domenica, contro Cremona, servirà tutt’altra Virtus.

di Emanuele Granelli

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles