Serie B, 13.ma giornata: il Carpi resiste a Bologna e resta in vetta col Frosinone

Carpi primo
Carpi primo

Grande prova di maturità del Carpi che nel big match della 13.ma giornata di serie B resiste a Bologna, blocca i felsinei sullo 0-0 e resta al comando della classifica anche se è agganciato dal super Frosinone di Stellone che travolge il Trapani. Un Carpi solido, salvato in più occasioni dal proprio portiere, il brasiliano Gabriel che dopo tante critiche si è finalmente preso il centro della scena.

Carpi e Frosinone in testa, dunque, coi ciociari che hanno spazzato via il Trapani al Matusa grazie ad un 4-1 che ammette poche repliche, determinato soprattutto dalla tripletta di Curiale, partito come attaccante di riserva dietro ai più titolati Ciofani e Dionisi, e bravo a ritagliarsi un ruolo da protagonista a suon di gol pesanti (già 7 in stagione, capocannoniere della squadra). Cade il Livorno, beffato a Lanciano nel finale da una squadra in salute che si è ripresa dopo un inizio balbettante. Grazie allo stop dei toscani, al terzo posto ci sono ora Avellino e Spezia: gli irpini sbancano Modena con la doppietta del solito Castaldo, i liguri vincono di misura contro il Crotone ed arrivano a quei sospirati primi posti di classifica che la proprietà chiede ormai da anni e prova a raggiungere a suon di investimenti. In risalita le quotazioni di Perugia e Catania che hanno vinto entrambe in casa per 2-1 contro Entella e Varese anche per merito del ritorno al gol dei loro rispettivi bomber, Falcinelli per gli umbri, Calaiò (eccezionale rovesciata che è valsa l’1-0) per i siciliani. In calo, viceversa, la Pro Vercelli che a Vicenza ha perso nonostante il vantaggio iniziale siglato, manco a dirlo, da Marchi. In zona calda fa punti il Pescara che espugna Brescia 3-1 ed inguaia proprio i lombardi; il Latina, ultimo della classe assieme al Crotone, torna a far punti con l’1-1 di Cittadella che regala un po’ di morale e tranquillità ai pontini e lascia i veneti in zona spareggio, in attesa che giochi la Ternana, impegnata nel posticipo a Bari al cospetto di una squadra, quella pugliese, in cerca di punti per avvicinarsi alle zone della graduatoria che contano.

Vola in doppia cifra Castaldo (Avellino) che con le due reti di Modena è solo in vetta alla classifica dei marcatori a quota 10, lo incalza Marchi (Pro Vercelli) a 9, mentre Mancosu (Trapani) aggancia Mbakogu (Carpi) a 8.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *