I volontari di Retake Roma: “Ripuliamo la città per puro amore”

Print Friendly, PDF & Email
Read Time3 Minutes, 2 Seconds

retake_romaUltimamente li si vede spesso aggirarsi per i quartieri della città. Muniti di pettorina, raschietti, secchi e spugne trascorrono qualche ora del loro tempo libero a ripulire la Capitale da adesivi e manifesti abusivi affissi sopratutto su pali della luce e contatori del gas ma presenti anche nelle strade e nelle principali stazioni metro. Chi sono? Sono i volontari del Retake Roma, un’iniziativa nata da liberi cittadini che suddivisi in gruppi di quartiere si danno appuntamento per combattere tutti insieme l’abusivismo e mantenere pulita Roma. Sono donne e uomini di ogni età che nutrono un amore venale per la loro metropoli.

Mediapolitika ha incontrato i ragazzi del Retake Roma Cinecittà-Appio Claudio e ha cercato di comprendere a fondo cosa significa oggi essere un retaker. Valentina, una di loro, ha risposto alle nostre domande.

Per quale motivo hai scelto di prendere parte a questa bellissima iniziativa come volontario?

Ho sempre avuto a cuore la mia città. Purtroppo Roma è molto sporca e con gli anni la situazione peggiora sempre di più. Un giorno su Facebook un mio amico mi ha invitato a partecipare e dal quel momento sono sempre più attiva. Il nostro scopo è quello di crescere come gruppo e di portare una ventata di pulizia nella nostra città. Servono educazione e buoni esempi per cambiare le cose.

Cosa ti sta portando di positivo questa esperienza?

Molte soddisfazioni. Dal signore che si ferma e ti fa i complimenti ringraziandoti per quello che fai, agli amici che ti chiedono e si informano. Ma la soddisfazione più grande è quella di poter vedere finalmente il tuo quartiere più pulito. C’è ancora molto da fare ma l’entusiasmo non ci manca.

Che cosa ne pensi dei giovani romani che partono per l’estero e affermano: “Roma è sporca, all’estero invece si sta bene e non si vede nemmeno una carta per strada”

Credo che non sia del tutto vero. Sicuramente ci sono città estere in cui la pulizia è maggiore ma molto dipende dalle istituzioni e dall’educazione. E’ facile lamentarsi e basta, girarsi dall’altra parte della strada e far finta di niente, magari anche buttando una cicca per terra. Se tutti partecipassero ad un Retake capirebbero quanto siano importanti i piccoli gesti. Ognuno di noi può dare un grande contributo, semplicemente non buttando una cartaccia a terra o rimproverando chi lo fa. Per i grandi cambiamenti, ci vuole tempo. Noi ci stiamo provando…

Una città pulita, è una città…?

Una città pulita è una città…SANA! Una città in cui l’educazione ed il rispetto verso il prossimo sono fondamentali. E’ una città in cui far crescere i propri figli, insegnando loro il decoro, non con le parole ma con l’esempio. E’ una città in cui si vive meglio, ci si sente orgogliosi e poi del resto… come si fa a non voler bene alla città più bella del mondo?

Solo qualche giorno fa i volontari del Retake hanno incontrato il sindaco Marino. Quanto conta il sostegno delle istituzioni?

E’ fondamentale! Abbiamo chiesto il supporto sia dell’Ama che dei Pics altrimenti da soli non riusciremmo a fare molto. E’ importante che siano le istituzioni a prendersi la responsabilità di multare coloro che tappezzano in maniera abusiva i muri della nostra città. Stiamo anche spingendo affinché si possano avere più bacheche pubbliche in modo da destinare degli spazi a questo tipo di informazioni. Il nostro messaggio non vuole essere intimidatorio, noi cerchiamo un dialogo e ci impegniamo a trovare soluzioni innovative per far sì che il  decoro rimani intatto e per farlo serve l’aiuto di tutti, grandi e piccoli, istituzioni e singoli cittadini.

Pagina Facebook: Retake Roma

Gruppo Facebook: Retake Roma Cinecittà

Sito web: Retake Roma

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles