Serie B, 10.ma giornata: quattro squadre al comando, crolla il Pescara, risorge il Catania

Print Friendly, PDF & Email
Read Time2 Minutes, 1 Second

serie-b-2013-340Il campionato di serie B continua a non avere un padrone e dopo dieci giornate vede quattro squadre al comando della classifica: Bologna, Frosinone, Trapani e Carpi. Ma se per i felsinei la promozione è l’obiettivo unico e obbligatorio, per le altre tre compagini in testa alla graduatoria si tratta di un exploit inatteso e imprevisto.

Il Bologna raggiunge la vetta pur non vincendo: lo 0-0 di Modena è un risultato tutto sommato accettabile per gli uomini di Diego Lopez, impegnati in una trasferta complicata e contro una formazione apparsa in ripresa. Il Frosinone è l’unica delle capoliste ad uscire sconfitta dalla decima giornata, ko in casa dell’ex fanalino di coda Entella che ha raccolto la seconda vittoria consecutiva dopo il blitz di Cittadella. Il Trapani agguanta il primato grazie al 2-1 in rimonta a Terni; in gol anche Mancosu: da quando il capocannoniere dello scorso campionato si è sbloccato i siciliani hanno iniziato a pedalare vigorosamente. Infine il Carpi, autore del capolavoro di giornata, ovvero il 5-0 esterno in casa del Pescara. Per gli abruzzesi una pagina nerissima, tanto per il risultato quanto per la seconda sconfitta di fila incamerata, non meno per una classifica preoccupante. Perde l’occasione di andare in vetta solitaria il Livorno, sconfitto in casa dallo Spezia che, viceversa, si affaccia nelle zone alte della classifica, agganciando Perugia ed Avellino che hanno pareggiato rispettivamente a Vercelli e in casa contro il Lanciano. Viaggia ancora a fasi alterne il Bari che dopo l’ottima vittoria contro l’Avellino della scorsa settimana è uscito con le ossa rotte dalla traferta di Varese. Buon punto in rimonta del Brescia a Latina; i laziali sono penultimi in classifica e appaiono irriconoscibili rispetto alla squadra che lo scorso anno andò ad un passo dalla promozione. In ultima posizione resta il Crotone che in casa contro il Cittadella non è andato oltre il 2-2, troppo poco per uscire da un momento complicato; il tempo per recuperare c’è, la classifica è corta, ma occorre fare in fretta. Infine il Catania: seconda vittoria in campionato, ottenuta in casa contro il Vicenza e al termine di una prestazione non condita dal bel gioco ma dal risultato, l’unico modo per Sannino e i suoi di vedere un po’ di luce in fondo al tunnel.

Re dei bomber è sempre l’avellinese Castaldo a quota 7, lo inseguono Mancosu (Trapani), Mbakogu (Carpi) e Catellani (Spezia) a quota 6. La serie B torna in campo già lunedì e martedì nel turno infrasettimanale che comporrà l’undicesima giornata.

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles