Mondiali volley: solo quarto posto per l’Italia, trionfo USA

Bonitta
Bonitta- ct Italia

Svanisce anche il bronzo di consolazione per le ragazze del volley azzurro. I Mondiali italiani delle giocatrici di casa si chiudono con un quarto posto che ha il sapore amaro della beffa, ma che non concella quanto di buono fatto nel corso delle ultime tre settimane. Nessuno ha negato alle azzurre una grande dose di applausi a scena aperta. Un Forum palpitante ha trasudato emozioni fino all’ultima palla della finalina contro il Brasile, nonostante la ferita della sconfitta di sabato contro la Cina fosse ancora aperta. Dopo il primo posto dell’ultimo girone, quello di qualificazione alle semifinali, le aspettative dei tifosi erano infatti ben diverse. La nostra Nazionale aveva passeggiato con autorevolezza su Stati Uniti e Russia. Una sicurezza che aveva fatto sorridere anche i più scaramantici e che aveva indotto un po’ tutti a pensare che il traguardo più ambito fosse davvero alla portata.

Nella serata di sabato invece la Cina ha smorzato gli entusiasmi e battuto le pallavoliste italiane con un sonoro 3-1. Una partita che d’altronde era cominciata nel peggiore dei modi, con un’Italia piuttosto contratta e nervosa e una Cina che sembrava non mostrare punti deboli. La reazione che ha portato le italiane a dimezzare le distanze per 2 set a 1 non è bastata e le ragazze in maglia rossa sono riuscite a portare a casa un durissimo quarto set. Il copione della gara di ieri contro il Brasile è stato piuttosto simile. Un inizio stentato ha rischiato di compromettere definitivamente la medaglia di bronzo e la Nazionale verdeoro è riuscita a volare in vantaggio di due parziali. Le azzurre hanno quindi messo in campo il solito carattere e sono riuscite a riportare in equilibrio la contesa, ma al tiebreak non c’è stato nulla da fare: 15-7 per il Brasile e medaglia di bronzo in Sudamerica.

Il metallo più prezioso è andato invece in America del Nord. Una perfetta Nazionale statunitense ha annientato proprio la squadra che in semifinale aveva giustiziato l’Italia. Un 3-1 (27-25, 25-20, 16-25, 26-24), sofferto ma sacrosanto, che ha regalato alle Nazionale a stelle e strisce il primo titolo iridato della sua storia. Il rimpianto delle ragazze di Bonitta dunque non può che aumentare, visto che qualche giorno fa Italia-Stati Uniti era finita con un nettissimo 3-0 in favore delle azzurre. Un sentimento che però deve essere messo in secondo piano. La consapevolezza di aver centrato un ottimo risultato e di aver regalato al pubblico italiano tante emozioni e grandi soddisfazioni deve venire prima di tutto. È vero che la possibilità di vincere un Mondiale in casa non capita tutti i giorni, ma il nostro volley femminile è in salute e la Nazionale tornerà presto a far gioire i tifosi.

(di Giovanni Fabbri)

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *