Serie B, 6.a giornata: il Perugia vince e va in fuga, sale il Bologna

Perugia capolista in Serie B
Perugia capolista in Serie B

Riprende la marcia del Perugia che dopo due pareggi consecutivi torna alla vittoria battendo in casa un coriaceo Brescia. Decide un calcio di rigore di Rodrigo Taddei a dieci minuti dalla fine, per un successo che lancia gli umbri a +4 sul terzo posto e lascia i lombardi in piena zona retrocessione.

Alle spalle della capolista c’è ora l’Avellino che dopo un inizio di campionato stentato ha cominciato a fare sul serio; il 2-1 degli irpini in rimonta sul Livorno è la dimostrazione di quanto la squadra di Rastelli sia un’autorevole candidata alla serie A. Sale al terzo posto il Bologna, arrivato alla seconda vittoria consecutiva dopo quella ottenuta martedì scorso a Terni. Un altro successo striminzito per gli uomini di Diego Lopez che hanno piegato la resistenza del Cittadella non riuscendo però a rimpinguare il vantaggio ottenuto dopo neanche un minuto grazie al gol di Laribi. Due soprese del campionato, Pro Vercelli e Frosinone, hanno dato vita ad una gara combattuta che alla fine non ha visto vincitori: 1-1 che lascia entrambe le compagini nelle zone nobili della classifica, esattamente come il Modena che ha battuto per 2-0 un pessimo Spezia, ed esattamente come la Ternana, uscita indenne da Latina grazie al pareggio acciuffato da Ceravolo proprio nel finale. Prima gioia stagionale per il Catania che si impone per 2-1 contro il Pescara e lascia i biancoazzurri all’ultimo posto e senza vittorie, ora Baroni rischia davvero l’esonero. Pesante sconfitta per il Trapani, travolto 5-2 in casa di un Varese apparso in netta ripresa, e brutto ko anche per il Carpi che regala all’Entella la prima storica vittoria in serie B. Lo 0-0 fra Crotone e Vicenza non risolve i problemi delle due squadre, sempre nei bassifondi della graduatoria, ma offre loro la possibilità di muovere la classifica e di acquistare un po’ di fiducia. Dal posticipo di Lanciano fra i locali ed il Bari, infine, ci si aspetta il rilancio degli abruzzesi (invischiati in zona retrocessione) e la conferma di un Bari che vuole veleggiare in zona promozione per l’intera stagione.

Il nuovo capocannoniere del campionato di serie B è l’avellinese Castaldo, salito a quota 4 reti. In seconda posizione il folto gruppo di calciatori a quota 3: Ragusa (Vicenza), Sansovini (Entella), Coralli (Cittadella), Falcinelli (Perugia), D. Ciofani (Frosinone), Mancosu (Trapani), Calaiò (Catania), Catellani (Spezia), Cerri (Lanciano), Neto Pereira (Varese) e Marchi (Pro Vercelli).

(di Marco Milan) 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *