MotoGP, gran premio di Spagna: Marquez è imbattibile, domati Rossi e Pedrosa

Print Friendly, PDF & Email
Read Time2 Minutes, 33 Seconds

di Marco Milan

La gara più bella della stagione in MotoGP nonostante l’epilogo più scontato, ovvero la vittoria di Marc Marquez, la settima su altrettanti appuntamenti mondiali. 7 su 7 per il campione del mondo in carica, 13 su 25 disputate nella classe regina, un’incidenza che va oltre il 50%. Festa totale nella famiglia Marquez grazie alla vittoria in Moto 3 del rampollo più piccolo, Alex.

Ma non è stato facile vincere a Barcellona per il numero 93 della Honda. E’ un circuito che non ama particolarmente e lo si era già visto in qualifica quando era ruzzolato a terra nel tentativo, fallito, di strappare la pole position al compagno di squadra Pedrosa; e lo si è visto anche in gara quando Marquez è partito male ed è stato costretto ad inseguire le Yamaha di Lorenzo e Rossi che hanno fatto la voce grossa nei primi giri. Col passare del tempo, però, Lorenzo ha perso colpi, mentre Valentino sembrava imprendibile con un ritmo eccezionale che gli ha permesso di dominare tre quarti della corsa. La rimonta di Marquez negli ultimi cinque giri non toglie comunque nulla alla prestazione di Rossi, cattivo e concentrato, determinato a vincere e con una moto finalmente competitiva al 100%. La vittoria per il nove volte campione del mondo non è arrivata, ma dal Montmelò Rossi esce rinforzato per due motivi: il primo è che la Yamaha va forte ed è pronta ad accompagnare il pilota di Tavullia verso la vittoria in ogni gran premio, il secondo è che semmai ci fosse (e onestamente non c’è) qualcuno in grado di togliere a Marquez il secondo titolo mondiale consecutivo, quel qualcuno sarebbe senz’altro Valentino, più consistente di Pedrosa, più rabbioso di un Lorenzo che quando non lotta per vincere si deprime e sembra andare più in crisi degli altri. A proposito di Pedrosa, dopo la pole position conquistata il sabato, ci si aspettava una gara arrembante da parte del compagno di box di Marquez, ed invece ciò è avvenuto solamente in parte: terzo per quasi tutta la gara, Pedrosa ha tirato fuori gli artigli solo nel finale, prima col sorpasso su Valentino Rossi, quindi con estremi tentativi di attaccare Marquez che alla fine lo hanno portato ad azzardare troppo e a perdere negli ultimi metri anche la piazza d’onore a favore di Rossi. Resta un incompiuto di lusso Pedrosa, che di talento ne ha da vendere,  ma che magari dovrebbe barattarne un po’ con una buona dose di carattere.

Anonime come al solito le Ducati, mentre applausi vanno a Bradl che chiude quinto alle spalle delle Honda e Yamaha ufficiali, ed ai fratelli Espargaro che nel gran premio di casa mostrano i muscoli e chiudono al sesto e al settimo posto con Aleix davanti a Pol. Un gran premio di Spagna che sorride agli idoli locali, vincitori in tutte e tre le classi: i fratelli Marquez nella MotoGP e nella Moto 3, Esteve Rabat nella Moto 2.

Marc Marquez fa, come detto, 7 su 7, portandosi a 175 punti, 58 in più di Valentino Rossi che insegue a quota 117. E fra due settimane le moto sbarcano in Olanda, ad Assen, l’ultimo circuito a regalare la vittoria a Rossi, un anno fa.

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles