Serie B, playoff e playout: pari fra Bari e Latina, Cesena corsaro a Modena, Varese quasi salvo

Print Friendly, PDF & Email
Read Time3 Minutes, 18 Seconds

di Marco Milan

Nell’andata delle semifinali dei playoff di serie B, Latina e Cesena sono un po’ più vicine all’ultimo passo per salire di categoria. Il 2-2 di Bari pone i laziali nella condizione di avere al ritorno due risultati su tre per volare in finale e costringe i pugliesi ad espugnare lo stadio Francioni. Ancora meglio sta il Cesena dopo la vittoria di Modena.

BARI-LATINA 2-2: la posta in palio era altissima, eppure Bari e Latina non hanno lesinato occasioni da gol e voglia di vincere. In un San Nicola stracolmo parte meglio la formazione pontina che va in vantaggio nel primo tempo grazie ad una sventurata autorete di Polenta. Nella ripresa i galletti rialzano la cresta e capovolgono la gara in meno di un quarto d’ora andando in rete prima con l’albanese Cani e poi col portoghese Joao Silva. Proprio sul gong del 90′, però, il Latina strappa il 2-2 con la zampata di Ristovski che piazza in pole position la squadra di Breda in vista della partita di ritorno che vale la finale per il Paradiso.

MODENA-CESENA 0-1: vince e convince il Cesena di Bisoli che espugna Modena al termine di una gara tiratissima e vola verso al finale, anche perchè ora il Modena dovrà sbancare il Manuzzi con due gol di scarto, impresa non esattamente facilissima. Entusiasmo a mille al Braglia, tantissimi i tifosi provenienti dalla Romagna, esplosi letteralmente al gol di Marilungo ad inizio partita, e poi di nuovo al triplice fischio dell’arbitro che ha sancito il successo dei bianconeri nonostante l’inferiorità numerica a causa dell’espulsione di Gagliardini. Delude un po’ il Modena, ma a giustificazione di Walter Novellino ci sono le pesantissime assenze in attacco di Granoche e Babacar, defezioni determinanti in un momento vitale della stagione.

Ad un passo dal salutare la serie B c’è il Novara, sconfitto in casa per 2-0 dal Varese nell’andata del playout. Una disfatta per il club piemontese che solo due stagioni fa militava in serie A e che al termine del match coi lombardi ha fatto piazza pulita senza neanche aspettare la gara di ritorno: via l’allenatore Aglietti e il direttore sportivo Larini. La doppietta di Pavoletti lancia il Varese verso la salvezza: ora i biancorossi la dovrebbero fare davvero grossa per retrocedere, ovvero perdere in casa con tre gol di scarto, potendo contare infatti anche sul miglior piazzamento in classifica rispetto al Novara al termine della stagione regolare.

Chi scende dalla serie B e chi vi sale: festeggiano la promozione in cadetteria Pro Vercelli e Frosinone che hanno giustiziato nelle finali playoff di C1 il Sudtirol ed il Lecce. La Pro Vercelli torna fra i cadetti dopo un solo anno di permanenza in terza serie e lo fa grazie alla vittoria di Bolzano nella finale di andata, accontentandosi poi del pareggio nella gara di ritorno, terminata 1-1, e preoccupandosi solamente di rintuzzare gli attacchi degli altoatesini. Il Frosinone, tornato in serie B dopo tre stagioni, ha invece avuto la meglio del Lecce che perde così la finale per il secondo anno consecutivo. L’1-1 del Via del Mare viene replicato anche al Matusa, obbligando le due squadre alla disputa dei tempi supplementari nei quali il Lecce rimane in dieci uomini e spalanca le porte agli attacchi del Frosinone, in gol a cinque minuti dai rigori. Alla fine i gialloblù vincono 3-1, ma il finale è davvero da vergogna: il leccese Diniz prende a testate un po’ tutti e viene espulso, i tifosi del Frosinone sono inferociti e invadono il campo a caccia di maglie giallorosse e non da utilizzare come cimeli. Infine al fischio finale un paio di pallonate finiscono addosso a Lerda, tecnico del Lecce, il quale perde la testa e cerca vendetta avanzando minacciosamente verso la panchina frusinate. Botte da orbi e musi duri da film poliziesco e con la polizia che arriva davvero a calmare gli animi; un finale veramente pessimo per un girone, il B della Lega Pro, che ha regalato spettacolo dall’inizio alla fine.

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles