In viaggio verso Brasile 2014. Il girone della Germania, semifinalista annunciata. Ma occhio a Cristiano Ronaldo

di Piergiorgio Frazzini

Come ogni lunedì eccoci con il consueto appuntamento con il nostro focus sui principali attori del prossimo mondiale. Il nostro viaggio verso il Brasile si ferma oggi alla stazione del girone G, un raggruppamento fra i più interessanti del torneo.

Germania, USA, Ghana e Portogallo inizieranno il loro cammino il 16 Giugno. La favorita è ovviamente la corazzata tedesca, ma per il secondo posto è vera bagarre. I lusitani si affideranno come al solito alle magie di CR7, ma gli Stati Uniti e il Ghana non si sono qualificate al mondiale per recitare il ruolo delle comparse, e si candidano per il passaggio del turno.

Foto KloseQUI GERMANIA – Storicamente la nazionale tedesca è sempre presente fra le squadre protagoniste dei mondiali. Anche quest’anno la rosa guidata da Joachim Löw arriva all’appuntamento iridato con i riflettori puntati addosso. La Germania ha infatti dominato il proprio girone di qualificazione, ed è dal mondiale 2002 in Corea e Giappone che arriva sistematicamente sul podio. Nonostante la grande tradizione e gli ultimi prestigiosi piazzamenti, la nazionale tedesca non si aggiudica però il titolo da 24 anni. L’ultimo trionfo risale infatti ad Italia ‘90, e i tifosi aspettano con ansia la quarta Coppa del Mondo. La rosa selezionata dall’ormai ex vice di Klinsmann è la seconda in termini di valutazione economica (valore complessivo 616 mln di euro) ed è assieme alla Spagna la più completa in ogni reparto. Il blocco centrale è ovviamente quello del Bayern di Guardiola che conta almeno 6 giocatori nel 4-2-3-1 disegnato dal Ct. Questo modulo permette alla Germania di poter sfruttare al meglio il talento delle tante mezze punte a diposizione. Reus, Gotze, Muller e Draxler sono solo infatti alcuni nomi, dell’impressionante lista di trequartisti convocati da Low, che per colmare l’assenza di Gomez e la non perfetta condizione fisica di Klose, potrebbe anche utilizzare il falso nueve alla spagnola.

Foro RonaldoQUI PORTOGALLO – I lusitani sono giunti alla loro 6^ partecipazione al mondiale grazie allo spareggio con la Svezia. Nel doppio confronto Cristiano Ronaldo ha vinto la sua sfida personale contro Zlatan Ibrahimovic, e con una tripletta fenomenale nella gara di ritorno ha staccato il pass per il mondiale brasiliano. La stella del Real è il simbolo della nazionale guidata da Bento, e dopo la vittoria del pallone d’oro è pronto a vivere una Coppa del Mondo da protagonista. Oltre a CR7 il Portogallo ha in rosa altri giocatori di livello internazionale come Moutinho, Pepe e Coentrao, ma la qualità di alcuni singoli non basta ad oscurare evidenti limti strutturali della squadra. In primis l’assoluta mancanza di un centravanti di livello in grado di posizionarsi al centro dell’attacco, lasciando così Cristiano Ronaldo libero di esprimersi al meglio partendo da sinistra. La rosa scelta dal commissario tecnico, che ha appena rinnovato sino al 2016, presenta d’altro canto alcuni volti nuovi attesi ad un importante banco di prova, su tutti William Carvalho. Il centrocampista classe ‘92 di origine angolana ha disputato un’ottima stagione con lo Sporting Lisbona e ha attirato su di sè l’interesse di molti top club. Il Portogallo si pone quindi come la seconda forza del girone, ma deve stare molto attento alla determinazione e alle qualità di Ghana e USA.

Foto PrinceQUI GHANA – Guidata dal 53enne Kwesi Appiah, il Ghana ha conquistato la terza partecipazione al mondiale grazie allo spareggio contro l’Egitto. Tra le fila ghanesi c’è molta serie A. Sono infatti cinque i giocatori convocati dalle “Stelle Nere” che militano nel nostro campionato, tutti centrocampisti. Il nome che spicca è ovviamente quello di Asamoah, che anche in nazionale gioca ormai da esterno nel 3-4-1-2 adottato dal Ghana. Torna invece nel giro delle Black Stars dopo due anni l’ex milanista Kevin Prince Boateng. Il fantasista dello Schalke aveva rinunciato alla maglia del suo paese due anni fa per motivi fisici, al pari dei fratelli Ayew. Il rientro permetterà cosi al trequartista di sfidare il fratello Jerome nella gara contro la Germania, così come avvenne quattro anni fa in Sud Africa. La speranza del Ct, in carica dal 2012, è quella di poter ripetere lo straordinario cammino del suo predecessore Rajevac, che grazie ad una vittoria nei supplementari proprio contro gli USA, riuscì a qualificarsi per i quarti e a raggiungere un traguardo storico per il paese e per tutto il continente africano.

Foto UsaQUI USA – Eliminati quattro anni fa dal Ghana agli ottavi, gli Stati Uniti tornano al mondiale (6^ partecipazione consecutiva) con l’obiettivo di fare il possibile per centrare il passaggio del turno. Il Ct Klinsmann, fresco di rinnovo sino al 2018, sa di non esser capitato nel girone più facile, ma grazie ad un gioco collaudato ed alcuni buoni interpreti punta a mettere in difficoltà le altre concorrenti del gruppo G. La rosa che l’allenatore tedesco ha stilato per Brasile 2014 presenta tante conoscenze del calcio europeo e volti storici della nazionale a stelle e strisce. Sono presenti ancora una volta infatti, i “vecchi” Howard, Donovan e Jones, oltreche al capitano Bradley e l’attaccante del Seattle Dempsey. Volto nuovo invece della selezione USA è il giovane attaccante del Bayern Green. Il 18enne, dopo una lunga decisione presa di comune accordo con la famiglia, ha infatti preferito la maglia degli Stati Uniti a quella tedesca, con la quale aveva disputato varie competizioni a livello giovanile. Green può essere quindi una freccia in più nell’arco dell’ex commissario tecnico della Germania, che affronterà i suoi connazionali nell’ultima gara del girone il 26 giugno.

Foto Klose: LicenzaAttribuzione Alcuni diritti riservati a kennykunie
Foto Cristiano Ronaldo: LicenzaAttribuzione Alcuni diritti riservati a calciostreaming
Foto Boateng: LicenzaAttribuzioneCondividi allo stesso modo Alcuni diritti riservati a goatling
Foto Usa: LicenzaAttribuzione Alcuni diritti riservati a NathanF

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *