Maratona di Roma 2014: trionfano gli atleti etiopi. Poker in handbike per Alex Zanardi

di Giovanni Fabbri 

In archivio anche la ventesima edizione della Maratona di Roma. Ieri mattina ai nastri di partenza c’erano più di 19 mila persone (19.061 per la precisione). Il percorso di 42,195 km con traguardo a via dei Fori Imperiali, altezza del Foro di Traiano-Campidoglio, è stato animato da 7,6 km su sampietrini e 77 cambi di direzione, con dei passaggi nelle vicinanze di alcuni punti storici della capitale. Grande successo comunque per un evento che ha visto il record di iscritti e delle condizioni atmosferiche tipiche del mese di marzo. La pioggia è stata protagonista lungo tutto il percorso con scrosci violenti ad intermittenza e un vento piuttosto fastidioso. Elementi che hanno naturalmente condizionato i tempi di percorrenza degli atleti: la vittoria è andata all’etiopeShume Legese Hailu che ha chiuso in 2 ore 9 minuti e e 47 secondi; seconda posizione per un altro etiope,Sisay Jisa; terzo posto per il keniano Leonhard Kipkoech Langat. Il primo degli italiani è stato Domenico Ricatti, che ha fermato il cronometro sulle 2 ore 15 minuti e 7 secondi aggiudicandosi la quarta piazza.

Per quanto riguarda la gara femminile bisogna segnalare la vittoria di Geda Ayelu Lemma, secondo posto per la marocchina Janat Henane e ultimo gradino del podio per l’azzurra Emma Quaglia, che ha riportato l’Italia nelle prime tre posizioni dopo 9 anni di assenza. Da evidenziare anche il successo in handbike di Alex Zanardi che ha ottenuto il poker dopo i successi del 2010, 2012 e 2013. L’ex pilota di Formula Uno si è detto entusiasta del risultato ottenuto e ha esaltato la Maratona di Roma, definendola una gara meravigliosa. Più di 50 mila appassionati hanno invece preso parte alla RomaFun, maratona non competitiva, lunga solo 5 km e aperta a tutti. Tanti anche gli striscioni presenti lungo il percorso, particolarmente signifiativo quello del gruppo Barletta Sportiva: “Ciao Pietro, Barletta ti ricorderà sempre”. Un omaggio all’indimenticata figura di Pietro Mennea. Una festa di sport e un grande successo partecipativo per un evento che si conferma amatissimo e spettacolare. Adesso Roma dà appuntamento al 2015 a tutti i suoi amanti del running.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *