Brasile 2014. Playoff di andata: la Francia rischia grosso, Cristiano Ronaldo in gol contro Ibra

Tra le giornate di venerdì, sabato e domenica sono stati giocati i match di andata dei spareggi playoff validi per l’accesso al mondiale di Brasile 2014. Undici ancora i posti disponibili che si sommano ai ventuno occupati dalle nazionali già qualificate come l’Italia di Cesare Prandelli. Tra le ventidue squadre in competizione nessun verdetto è stato ancora emanato per le nazionali europee, nessun biglietto per il Brasile è stato staccato, ci sono ancora da giocare i match di ritorno che molto hanno da dire. Verdetti che sono invece arrivati per alcune  nazionali africane che già hanno disputato entrambe le partite.

Mentre l’Italia soffriva e agguantava un pareggio in amichevole con la Germania (risultato finale di 1 a 1), il match  più atteso delle qualificazioni andava in scena a Lisbona: Portogallo contro Svezia, Cristiano Ronaldo contro Ibrahimovic. Solo uno di questi fuoriclasse andrà in Brasile l’anno venturo, per ora affonda il colpo il Portogallo con Cristiano Ronaldo che sigla l’unico goal della serata (1 a 0). Non protagonista Ibrahimovic, che però avrà la possibilità di rifarsi a Stoccolma.

Più vicina al Brasile la Grecia di Fernando Santos, che in casa, ad Atene, vince per 3 a 1 sulla Romania: doppietta di Mitroglu a cui risponde la rete di Stancu, e goal di Salpingidis ancora per la nazionale ellenica. È pareggio a reti inviolate invece tra Islanda e Croazia, con i balcanici che potranno sfruttare il fattore campo nella partita di ritorno a Zagabria.

Ad un passo dal sogno è la nazionale di Fomenko. L’Ucraina batte in casa la Francia per 2 a 0 grazie alle reti di Zozulya e Yarmolenko su rigore. È questo probabilmente il risultato che sorprende di più in questa tornata di partite valide per la qualificazione. Discutibili le scelte di Deschamps, che  lascia in panchina Benzema e Cabaye per i deludenti Nasri e Valbuena a cui si aggiunge l’opaca prestazione di Frank Ribery.

Tutto facile invece per l’Uruguay di Cavani e Suarez che liquida la pratica Giordania in trasferta per  5 a 0  con le reti di Pereira, Stuani, Lodeiro, Rodriguez e Cavani. La Celeste di Tabarez  potrà ora festeggiare la qualificazione davanti al proprio pubblico. Fa 5 goal anche il Messico in trasferta alla Nuova Zelanda, che cade sotto le reti di Aguilar, Jimenez, Peralta (doppietta) e Marquez a cui risponde il goal bandiera di Chris James.

Nessuna sorpresa al momento tra le nazionali africane. Pareggia soffrendo dopo lo svantaggio la Costa D’Avorio di Drogba e Gervinho, contro il Senegal. 1 a 1 il risultato finale con le reti di Moussa Sow al 77’ su calcio di rigore provocato proprio da Drogba. Risponde però allo scadere del secondo tempo Kalou su assist di Yaya Toure, archiviando il discorso qualificazione dopo il 3 a 1 dell’andata. Per gli “elefanti d’Africa” sarà la terza partecipazione consecutiva alla Coppa del Mondo. Vola in Brasile anche la Nigeria che batte per 2 a 0 l’Etiopia con i goal di Moses e Obinna (ex Chievo e Inter) su calcio di rigore. Tennistico il punteggio per il Ghana di Muntari e Boateng che batte per sei reti a una l’Egitto. Sconfitta l’Algeria per 3 a 2 in trasferta dal Burkina Faso, il ritorno si giocherà martedì 19. Chiude la pratica qualificazione il Camerun, i leoni d’Africa battano la Tunisia per 4 a 1 dopo lo 0 a 0 in trasferta. Anche Eto’o e compagni avranno quindi la certezza di partecipare al mondiale brasiliano.

Andrea Lorenzini 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *