Serie A. Qui Juventus: precampionato con pochi successi. Tra una settimana si fa sul serio contro la Lazio

Print Friendly, PDF & Email
Read Time2 Minute, 9 Second

Villar Perosa – Con la consueta sfida in famiglia tra la Juve A e la Juve B si sono chiuse le amichevoli estive per i campioni d’Italia. Era, quella giocata ieri, l’amichevole meno probante di tutto il precampionato juventino, ma la classica in casa Juve è trascorsa tra l’entusiasmo generale, aumentato anche per la visita del vecchio amico Platini.

La sfida è finita 4 a 1 per la Juve A che è andata a segno con Carlitos Tevez, autore anche dell’assist per il gol di Bonucci, Vidal e Quagliarella. Per la Juve B momento di gloria per Josipovic.

Nonostante la festa casalinga la Juventus si affaccia così al primo impegno ufficiale, la Supercoppa Italiana della prossima settimana, con qualche problema proprio in attacco. Da Tevez e Llorente non sono arrivati molti gol (2 solo per l’argentino), e dal basco non sono arrivate neanche prestazioni confortanti. Non è comunque ancora il caso per Conte e tifosi di fasciarsi la testa, ci mancherebbe altro. Concedere un periodo d’adattamento è, infatti, più che normale per due provenienti da campionati esteri. Se in entrata la rosa sembra completa, con forse Kolarov che potrebbe puntellare la rosa, c’è invece ancora l’abbondanza in attacco. Matri al Napoli è ancora in via di definizione e non è detto che il giocatore avalli il trasferimento alla corte di Benitez. Quello che sembrava certo partente, Vucinic, invece probabilmente resterà; per Conte privarsi di quello che alla fine è stato il terminale offensivo di due scudetti non è semplicissimo.

In campo – Il precampionato per i campioni d’Italia si è concluso con pochissimi squilli di tromba. Dopo la prima vittoria per 7-0 contro l’Aygreville, sono arrivati i pareggi 0-0 contro Milan e Sassuolo (una vinta e una persa ai rigori), il pareggio 1-1 contro l’Everton (altra sfida poi persa ai rigori) sconfitta per 1-3 contro i Galaxy e poi altro pareggio 1-1 e altra sconfitta ai rigori contro l’Inter, a certificare l’ultimo posto nella Guinness Cup. Un precampionato quindi decisamente poco esaltante, proprio nell’estate in cui nel mercato si è preso il top player, per alcuni critici anche due, cercato per due anni.

Conte è ovviamente affianco dei suoi, anche se qualche tirata d’orecchie all’ambiente è già arrivata. L’avvertimento di evitare quella che sarebbe una normale fase di calo, soprattutto in campionato, è arrivato in tempi non sospetti, segnale che come al solito il tecnico cura tutto nei minimi dettagli.

Voto precampionato: 5

Obiettivo: Scudetto – Semifinali Champions

di Cristiano Checchi

0 0
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles