Basket. Playoff, ancora affondo della Virtus Roma, 2 a 0 contro Cantù

Print Friendly, PDF & Email
Read Time1 Minute, 57 Seconds

E’ una Virtus infinita quella che sconfigge Cantù anche in gara 2 della semifinale scudetto, giocatasi questa sera ancora al Palatiziano.

Questa volta non c’è stata una rimonta leggendaria della squadra capitolina, ma comunque Cantù era stata lo stesso per i primi due quarti stabilmente in testa: 17-24 alla fine del primo e 34 – 42 nel secondo. Ma nel terzo quarto Datome, condizionato nei primi due quarti da due falli iniziali, torna in campo e Roma è un’altra squadra. Il capitano alla fine giocherà solo 23 minuti su 40, nonostante ciò realizzerà 16 punti, compresa un tripla pesantissima nel momento di difficoltà nel quarto periodo. Nel terzo quarto Roma è imperiosa chiude il parziale 21 a 8 e prende il comando per 55 – 50. Nel quarto quarto si rigioca, come in gara uno, punto a punto. Cantù dopo essersi trovata a -9, rimonta fino al +1. Con un solo minuto da giocare la difesa romana strappa il possesso e, con un grandissimo Lawal, padrone sotto canestro sia difesa che attacco, blocca il tentativo di rimonta guidato da Mazzarino. A Cantù resterà per sempre il rimpianto per la schiacciata a rimorchia fallita da Scekic a poco più di 20” dalla fine, poteva essere il canestro del nuovo sorpasso. Alla fine invece Roma chiude in scioltezza grazie ai tiri liberi, il punteggio finale recita 74-68 Roma, ma Cantù è viva più che mai e la serie è ben lontana dall’essere chiusa.

A margine della sfida, intervistato da Rai Sport, interessanti le dichiarazioni del Presidente Toti, il quale ha candidamente ammesso che se fosse andato avanti con la scelta, che quest’estate sembrava ormai definitiva, di mollare adesso se ne sarebbe rimpianto. “E’ merito di una parte dei tifosi, della mia famiglia, dell’entusiasmo dello staff tecnico se adesso siamo qui a goderci questa bellissima serata”

Dall’altra parte Trinchieri non perde certo la speranza visto che ai quarti contro Sassari dopo gara 2 si trovava nella stessa identica situazione. In sala stampa il tecnico di Cantù è stato molto chiaro: “Complessivamente la partita di stasera è stata migliore di quella di due giorni fa, su un campo difficile siamo stati avanti per molto tempo e abbiamo avuto la possibilità di vincere […] Ci sta stare 2-0 in un campo difficile, come difficile era quello di Sassari, ma ora per fortuna si torna a casa nostra. Dobbiamo rendere questa serie una serie lunga, dobbiamo imparare a costruirci le possibilità, un passo alla volta”.

Cristiano Checchi

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles