Basket, playoff. Acea Roma e Cantù volano in semifinale

Print Friendly, PDF & Email
Read Time1 Minute, 53 Seconds

Il sogno continua – Ieri sera è stato tempo dei primi due spareggi nelle serie playoff scudetto. In gara 7 se la vedevano l’Acea Roma contro la Terkwalder Reggio Emilia e Sassari contro Cantù, in palio un posto per il paradiso delle semifinali.

La Virtus Roma ha conquistato il ritorno in semifinale (erano 5 anni che non accadeva) sfruttando il fattore campo, nonostante l’inizio shock in gara 1. Nella sfida di ieri sera la squadra di Calvani non ha praticamente commesso errori, specialmente dove era stata disastrosa in gara 6, in difesa. A Reggio Emilia il vantaggio era sciupato in un secondo tempo da icubo, ieri sera invece il secondo tempo è servito per piazzare il definitivo allungo. Dopo aver chiuso i primi due quarti avanti solo di 5, Datome e compagni hanno allungato  portandosi a massimo vantaggio di + 18. Un colpo da ko per tutti, o quasi. La Terkwalder di quest’anno ha mostrato in più una circostanza il grande cuore, il parziale di 10 a 0 sta lì a dimostrare l’ennesimo tentativo di non mollare mai. Ma la Virtus è comunque in controllo, non si fa destabilizzare dal vantaggio ridotto a 8 punti e si rimette a macinare gioco. Esaltata ed esaltando un Palazetto dello Sport, per la grande occasione tutto esaurito, la Virtus ha chiuso così per 72 a 59. Grande protagonista, ovviamente, Gigi Datome autore di 15 punti, Lawal 16 e Goos 14. Per Reggio Emilia non sono bastati i 23 di Cinciarini, il sogno playoff per gli uomini di Menetti si è fermato a Roma.

Ad affrontare Roma sarà una grande Cantù capace di andare a battere in gara 7 Sassari sul proprio campo. Cantù torna in semifinale playoff avendo la meglio in una partita tiratissima che i padroni di casa con la rimonta nel finale hanno provato a fare loro. La tripla sbagliata da Sacchetti nel finale consegna la semifinale agli ospiti per 97 a 95. Per Sassari inutili quindi i 18 punti sia di Thornton che di T.Diener, mentre gli uomini di Trinchieri hanno portato ben 7 in doppia cifra, tra cui spiccano i 20 di Ragland. Per la Dinamo dopo una grande stagione, passato sempre in alto, spesso a contatto con la capolista Varese è arrivata la grande beffa non riuscendo a usufruire del fattore campo, per Cantù invece venerdì al Palazzetto di Roma prenderà il via quella che si preannuncia essere un’altra grande serie.

Cristiano Checchi 

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles