Internazionali Bnl d’Italia. Sorprese dal Foro Italico: fuori Djokovic, si ritira Masha… Errani ringrazia

Print Friendly, PDF & Email
Read Time2 Minutes, 26 Seconds

Continuano le vittime eccellenti agli Internazionali di Roma. C’era attesa oggi per la sfida tra la Errani e la Sharapova, ma in Djokovic, Centrale Foro Italicomattina l’annuncio shock. Niente quarti di finale, niente partita, delusi i tifosi, meno forse Sara: la semifinale è raggiunta senza giocare. Non sarebbe state impossibile, ma certamente molto difficile per la Errani battere la Sharapova devastante vista fino a ieri. La fortuna ha quindi aiutato la nuova numero 5 del mondo, che così per la prima volta giocherà il penultimo atto del torneo romano. Le causa del ritiro è l’attacco influenzale che ha colpito la siberiana. La cosa buffa è che Sara non aveva neanche finito il match con la Kirilenko agli ottavi, per via del ritiro nel secondo set della russa. Per scoprire chi sarà la prossima avversaria l’Errani dovrà aspettare il match di questa sera tra la Stosur e l’Azarenka. Nell’altra parte del tabellone la Williams non conosce influenze e problemi altro devastante 6-2 6-0 alla povera Navarro. 

Ma le cadute nobili non sono finite, questo verrà infatti ricordato come il venerdì delle sorprese. Novak Djokovic sembrava aver vinto il match, come spesso capita, senza difficoltà. Un primo set dominato e chiuso 6-2 contro un Berdych nervoso e con l’aria di uno che non sa che pesci prendere. Il secondo set è la stessa storia del primo, break sul 3 a 2 e 5-2 per Djokovic in me che non si dica. Poi l’inaspettato e l’inspiegabile. Un black out che costa al serbo il break e subito dopo il 5-5, è la fine inaspettata del primo set: ancora break di Berdych e secondo set vinto. Chi, sugli spalti di un centrale gremito, aspettava il ritorno di Novak dopo il passaggio a vuoto è rimasto deluso. Il serbo non torna a comandare la partita, anzi finisce col regalare set, e partita per 6-4. Altra perdita dolorosa per gli Internazionali, dopo quelle di Murray e Sharapova. Adesso il minimo sarebbe chiudere con una finale Nadal – Federer come nell’epico epilogo del 2006.

Intanto con i big che escono ci sono gli outsaider, sia nel femminile che nel maschile. Nel femminile la Halep continua la sua collezione di scalpi celebri, elimina in rimonta la Jankovic e adesso è chiamata dalla madre di tutte le partite, quella contro Serena Williams. Dopo aver perso il primo set per 4-6, la giovane romena ha messo in piedi una rimonta imperiosa: 6-0 7-5. Nel maschile erano i quarti delle belle sorprese: Paire contro e Granollers. A volare in paradiso (che poi giocare contro Nadal o Ferrer non deve essere proprio un paradiso) è stato il francese che ha completamente asfaltato lo spagnolo per 6-1 6-0.

Le semifinali sono quasi complete, manca l’avversaria della Errani (o Stosur o Azarenka), ma mancano soprattutto i più attesi. Roger Federer sarà impegnato questa sera contro Janowicz, il vincente se la vedrà con Paire, mentre Nadal è già in campo, impegnato contro Ferrer, per raggiungere il sorprendente Berdych in semifinale.

Cristiano Checchi

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles