Moto Gp. Gran premio di Austin: vittoria per Marquez, solo sesto Valentino Rossi

Il gran premio di Austin ci ha regalato una prestazione straordinaria da parte di Marquez, una di quelle cose che si vedono raramente, perché è raro poter assistere alla nascita di una stella e questa sembra essere davvero splendente.

Cabroncito, così lo chiamano il giovane fenomeno iberico, vincendo nella giornata di ieri ha abbattuto il record di età nella classe regina, e ora non ci resta che vedere cos’altro potrà regalarci, del resto non capita tutti i giorni di ricevere i complimenti sinceri da un certo Valentino Rossi.

Ma veniamo alla gara: Marquez come detto ha dominato tutto il week-end dalla pole alla vittoria, al secondo posto il compagno di Honda HRC Dani Pedrosa, sul terzo gradino del podio troviamo Jorge Lorenzo, compagno di un deludente Rossi che chiude al sesto posto su un tracciato che per sua stessa ammissione non ha mai amato particolarmente e sul quale non ha mai trovato il feeling giusto.

Il giovane Marquez conquista la pole, tuttavia perde la prima posizione in favore del compagno di squadra Dani Pedrosa, ma da pilota navigato aspetta il momento giusto (che arriva dopo nove giri), e infila il compagno di squadra riportandosi in prima posizione ed andando così a conquistare una sfavillante vittoria.

Ottima invece la gara di Crutchlow e Bradl che riescono a chiudere davanti a un Valentino Rossi che oggi è sembrato essere davvero sottotono. Una menzione va a Dovizioso che su Ducati riesce ad ottenere un’onesta settima posizione dopo aver battagliato a lungo con Bautista, ma che soprattutto riesce a rifilare quasi dodici secondi al compagno di squadra Nicky Hayden che sicuramente avrebbe potuto dare qualcosa di più su un tracciato statunitense, a chiudere la top ten l’altro italiano Iannone.

Forse questa potrebbe essere la gara che porta alla svolta nella MotoGP. Rossi sembra aver perso parte di quella verve che ha sempre avuto prima del passaggio in Ducati, mentre sorge un nuovo talento puro come Marquez che aveva già dimostrato di poter fare qualcosa di grandioso e consacra così la sua investitura a talento che conta portandosi nel cerchio dei grandi. Non resta che attendere le prossime gare per scoprire di cosa sarà capace il giovane Marquez e soprattutto come risponderanno i già noti campioni del circus.

Francesco Galati

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *