Nazionali. Il punto verso il mondiale brasiliano

Print Friendly, PDF & Email
Read Time4 Minute, 4 Second

di Lorenzo Centioni

Settimana di qualificazioni mondiali e gli azzurri sono attesi dalla partita contro Malta di martedì. E’ un’Italia che si presenta a questa sfida molto carica, avendo affrontato la Selecaò giovedì scorso a Ginevra. Gli undici di Prandelli sono motivati e si vede, nonostante il doppio svantaggio l’Italia con De Rossi e una magia di Balotelli ha ripreso i verdeoro. C’è quindi molta fiducia nell’aria dopo la bella prestazione di giovedì, e contro Malta sarà una partita probabilmente a senso unico, dove Malta dovrà tirare fuori l’orgoglio, certo gli azzurri in questo momento non sono l’avversario ideale; la sfida di martedì inoltre sarà la classifica sfida testacoda del gruppo B, i maltesi sono reduci da un sonoro 6 a 0 contro la Bulgaria, che occupa il secondo posto nel gruppo alle spalle degli azzurri, la Danimarca vincendo in trasferta contro la Repubblica Ceca per 3 a 0 ha raggiunto i cechi a quota 5 punti.

Per quanto riguarda il gruppo A, a Zagabria si sono incrociate in settimana Croazia e Serbia. Una partita che ha una forte sfondo sociale, bello e importante  è stato l’abbraccio tra i due allenatori; hanno la meglio i croati con i  gol di Mario Mandzukic e Ivica Olic, 2 a 0 il risultato finale. A Gijon gli Spagnoli campioni del mondo e d’Europa non vanno oltre il pareggio contro la Finlandia; la Roja va in vantaggio con il gol di testa del capitano Sergio Ramos, data l’assenza del portierone Casillas, bella la reazione della Finlandia che al minuto 78 pareggia i conti con un contropiede fulmineo, Pukki numero 10 finlandese, ex del Siviglia, con il piatto destro in allungo anticipa Victor Valdes. La Francia di Deschamps approfitta del pareggio della Spagna e vola al primo posto del gruppo I, battendo per 3 a 1 la Georgia, Giroud di testa apre le marcature, raddoppio di Valbuena, pregevole il gesto tecnico del centrocampista del Marsiglia, che stoppa il pallone con il destro e conclude in porta, la traiettoria è perfetta e  la conclusione imparabile, Ribery  si unisce alla festa e fa 3 a 0 con una bella serpentina sulla sinistra e concludendo in porta con un tiro rasoterra; il gol della bandiera per la Georgia è di Kobakhidze.

La Germania è in testa al gruppo C con 13 punti, vince fuori casa ad Astana contro il Kazakistan per 3 a 0. Apre le marcature Schweinsteiger al ventesimo, eccezionale il gesto tecnico del centrocampista del Bayern, raddoppia Goetze che approfitta della confusione della difesa kazaca; il gol del 3 a 0 è di Muller. Tutto facile per l’Olanda prima del gruppo D, gli arancioni di Van Gaal vincono 3 a 0 contro l’Estonia, le reti di Van der Vaart, Van Persie e Schaken. Montenegro è la capolista del gruppo H, i rossi vincono contro la Moldavia per 1 a 0 rete del capitano Mirko Vucinic, che è rapace sugli sviluppi di un calcio d’angolo ed insacca il pallone. L’Inghilterra è seconda alle spalle del Montenegro, gli undici di Hodgson vincono con una goleada contro il San Marino, 8 a 0 il risultato finale. La Russia di Capello è prima a 12 punti nel gruppo F, rinviato il match di Belfast contro l’Irlanda del Nord a causa del mal tempo. Israele e Portogallo sono seconde a quota 8 punti; emozionante il 3 a 3 tra le due. In vantaggio il Portogallo, poi 3 gol per Israele, quando la partita sembra conclusa, gli ospiti reagiscono con il loro portabandiera, è Cristiano Ronaldo ad accelerare e servire un assist per Postiga che sigla il gol del 3 a 2; a tempo scaduto il Portogallo si riversa in nell’area di Israele, Fabio Coentrao a firmare il pareggio. La Svizzera capolista del gruppo E con 11 punti, gli elvetici pareggiano contro Cipro, inseguono Islanda e Albania entrambe a quota 9 punti. Nel continente Sud Americano risuona il 3 a 0  della nazionale Argentina ai danni del Venezuela, gli 11 di Sabella vincono a  Buenos Aires con la doppietta del Pipita Higuaìn, che sotto porta non sbaglia mai, il gol del 2 a 0 è di Messi su calcio di  rigore. Merita attenzione l’arrembante nazionale colombiana che guidata dal Tigre Falcao rifila un 5 a 0 ai danni della Bolivia. Il Perù batte il Cile per 1 a 0, mentre pareggiano 1 a 1 Uruguay e Paraguay. In Africa si sente il ruggito del Camerun e finalmente quello di Samuel Eto’o che con una doppietta porta al primo posto la sua nazionale, il primo gol è su rigore; il Togo pareggia sullo scadere del primo tempo con Wome, nella ripresa però Eto’o scarica una bordata di destro che si infila sotto il sette alla sinistra del portiere. I neo campioni d’Africa sono primi nel girone F, le aquile della Nigeria si fermano in casa con il risultato di 1 a 1 contro il Kenya.

0 0
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles