Atp Indian Wells. Djokovic devastante su Tsonga, cade Murray

Print Friendly, PDF & Email
Read Time1 Minute, 20 Seconds

di Cristiano Checchi

Al 1000 di Indian Wells le sorprese non finiscono più. Dopo la vittoria inaspettata di Nadal su Federer, che sposta per forza di cose di nuovo gli equilibri del tennis mondiale, ecco un’altra caduta che non t’aspetti, quella del terzo (in ordine di classifica) dei fab four. Andy Murray stanotte è stato sconfitto infatti da quello che sta finalmente tornando una piacevole costanza nel circuito, Juan Martin Del Potro. Lo scoezzese, che si candidava a nuovo numero due mondiale in caso di raggiungimento della finale, ha subito una sconfitta per certi versi inaspettata, e in contro tendenza con il Murray visto negli ultimi 6 o 7 mesi. Contro Del Potro è stato un Murray molto falloso e nervoso, che è stato capace di farsi rimontare il set di vantaggio, 6-7 6-3 6-1 il punteggio finale. Per i demeriti dello scozzese ci sono però molti meriti di Del Potro che è rimasto in partita alla grande, nonostante il primo set, e che ha avuto anzi occasioni per chiudere la partita anche prima, specie nel secondo set.

Dall’altra parte non c’è invece nessuna novità, Novak Djokovic resta la costante di questo inizio di stagione. La partita con Tsonga poteva offrire degli spunti interessanti ma il serbo non ha dato tempo e modo a nessuno di vederli: 6-3 6-1 e semifinale da giocare contro Del Potro conquistata senza troppi sforzi.

La parte bassa del tabellone, orfana di Federer, vedrà invece la sfida tra Nadal e Berdych. E’ molto probabile che dopo averci riproposto Federer-Nadal, Indian Wells ci riproporrà anche la sfida che caratterizzò tutto il 2011 e l’inizio 2012, Nadal contro Djokovic.

foto copertina Source: Tony Ashby / AFP

0 0

About Post Author

0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles