2013: l’Agenzia Nazionale Giovani comunica le priorità per l’anno nuovo

Print Friendly, PDF & Email
Read Time2 Minute, 26 Second

di Mario Mormile

Sono da poco state comunicate le priorità per i progetti relativi a Gioventù in Azione per l’anno 2013. Le priorità rappresentano dei temi che la Commissione Europea vuole privilegiare nell’anno in corso, e sono ovviamente attinenti alle priorità permanenti: Cittadinanza europea, diversità culturale e partecipazione dei giovani.

Dal sito dell’Agenzia Nazionale Giovani apprendiamo che vi sono 4 priorità quest’anno: la prima riguarda i progetti che mirano ad accrescere la consapevolezza di essere cittadini dell’Unione Europea e dei diritti che tale appartenenza comporta, un tema particolarmente idoneo a supportare il ventennale dalla nascita del trattato di Maastricht che tante cose ha cambiato in ambito europeo.

Lo scorso 10 Gennaio Viviane Reding Vicepresidente e Commissaria UE per la Giustizia, nell’ambito delle celebrazioni per l’apertura del nuovo anno a Dublino, ha dichiarato che “per costruire un’Europa più forte e a maggiore valenza politica è necessario coinvolgere direttamente i cittadini. Per questo il 2013 è l’Anno europeo dei cittadini: un anno dedicato a tutti i cittadini europei e ai loro diritti”, un anno all’insegna della cittadinanza attiva, infatti per l’occasione più di 200 cittadini irlandesi hanno partecipato al dibattito pubblico con alcuni leader europei sul futuro dell’Unione insieme ad europarlamentari irlandesi presenti all’evento.

E’ possibile partecipare al dibattito attraverso il web, tra i temi più sentiti ci sono ovviamente le questioni legate ai diritti politici e la circolazione dei cittadini attraverso gli stati membri, circa il 20% dei cittadini interpellati alle ultime discussioni hanno riscontrato ancora molte criticità in tal senso, legate sia ad ostacoli burocratici ancora da colmare, ma anche ad una serie di norme ancora non applicate in pieno che rallentano la strada per l’integrazione collettiva. In alternativa alla discussione del dibattito è possibile inoltre consultare l’agenda di eventi per l’anno in corso.

Proprio l’aspetto dell’integrazione, unito alla mobilità lavorativa dei giovani viene richiesto dalla Comunità Europea affinché tali carenze vengano almeno limitate il più possibile dalle iniziative dei progetti europei, incoraggiando la partecipazione alle attività politiche per le elezioni del Parlamento Europeo previste nel 2014, sperando nella partecipazione dei giovani quali cittadini attivi e impegnati.

Altra priorità è legata al tema che promuove l’impegno dei giovani per realizzare una crescita più inclusiva e in particolare legata ai progetti che riguardano la disoccupazione giovanile e ne favoriscano la mobilità anche attraverso i progetti a breve termine, tale aspetto si lega al tema dell’emarginazione al fine di creare una società più aperta, dando particolare attenzione ai giovani migranti o ai portatori di handicap e coloro i quali fanno parte dell’etnia Rom.

La terza priorità riguarda lo spirito imprenditoriale e la creatività, e tutto ciò che favorisca iniziative atte a sviluppare un contesto lavorativo innovativo e capace di creare dei posti di lavoro. Infine non manca l’attenzione verso attività sportive e legate al concetto di vita sana, attraverso la promozione di attività all’aria aperta e attività sportive non agonistiche e la partecipazione attiva dei giovani nella società.

0 0
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Social profiles