Basket: in America finsce il lock out. In Italia si gioca l’ottava giornata

di Cristiano Checchi

La voce dall’America- Si è giocata l’ottava giornata della serie A di basket. Giornata nata con la notizia di sollievo per il mondo Nba: il lock out è ormai giunto al termine, a dicembre il campionato potrà finalmente partire dopo 149 giorni; l’accordo non è ancora ufficiale e non tutto è definito, ma tanto è bastato per fa chiudere i sogni di avere giocatori Nba nel campionato italiano. Beffa enorme per l’Acea Roma che aveva appena acquistato, oltre al capitano azzurro Mordente, la stella dei Sacramento Kings: Tyreke Evans. L’Olimpia Milano farà invece a meno di Danilo Gallinari che era appena tornato nella sua Milano. Gli addetti ai lavori erano convinti, a ragione, che l’arrivo di stelle americane avrebbe fatto bene a tutto il mondo cestita italiano. In questa chiave andava letto il tentativo di portare Bryant a Bologna, tentativo, che per via dei folli costi dell’operazione, era fallito ben prima della fine del lock out.

In campo- Smaltita la delusione per l’addio alle stelle americane l’Italia si è comunque goduta quelle già presenti nel campionato per l’ottava giornata di campionato. Si fermano le due in testa, Milano e Cantù, battute rispettivamente da Caserta e Roma. La corazzata di Siena ha così potuto superare le due squadre lombarde raggiungendo quota 12 punti. Non solo superate, Cantù e Milano, ma anche raggiunte da Biella e Varese. Ancora sconfitta per Teramo che resta ultima a pari punti (2) con Montegranaro, che è uscita sconfitta dallo scontro contro Monferrato.

In Testa- E’ stata devastante la prova di Montepaschi Siena sulla malcapitata Cremona. La squadra di Pianigiani, che quando respira aria di Siena soffre sicuramente di meno rispetto a quando veste i panni da CT della nazionale azzurra, ha dominato battendo per 102 a 66 la Vanoli Cremona; mattatore della serata Andresen con 19 punti e 7 rimbalzi difensivi. A interrompere la striscia di Cantù c’ha pensato l’Acea Roma che, orfana del mai arrivato Evans, ma con un Mordente in più, ha vinto 91 a 74, siglando la seconda vittoria consecutiva arrivando così a quota 8 punti.  Sugli scudi Tucker e Datome autori rispettivamente di 19 e 17 punti. L’altra ex capolista bloccata, Milano, è stata fermata dalla Pepsi Caserta per 91 a 80, da standing ovation la prestazione di Smith autore di 32 punti.  Al secondo posto si è piazzata anche Varese, che in uno dei due anticipi di sabato, ha vinto 73 a 67 contro l’Umana Venezia. L’altra grande vittoria di un’altra del quintetto delle seconde in classifica è quella in trasferta dell’Angelico Biella, che al cardiopalma ha battuto nel finale Treviso per 79 a 82, con una grande prestazione di Gentile e Adrien, 19 punti il primo, 18 il secondo. Nell’ultima partita, il posticipo delle 20 e 30, è arrivata la vittoria della Sidigas Avellino su Scavolini Pesaro per 82 a 72 in casa di Pesaro. I campani raggiungono così le altre al secondo posto con 10 punti.

In fondo- Non migliora la situazione in fondo per Teramo che esce distrutta dallo scontro con Sassari, che ha portato a casa i due punti con il punteggio di 91 a 73. A farla da padrone è stato Hunte, autore di 16 punti. Si stacca dal duo di fondo Casale Monferrato che battendo Montegranaro 87 a 82 ha raggiunto quota 4 punti. Ottima la prestazione di Shakur autore di 17 punti degli 87 realizzati, a nulla è servita la grande partita di Ivanov autore di 25 punti.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *