Serie B, 41°giornata: Frosinone ad un passo dalla serie A, Pro Vercelli e Ternana in C. A Perugia arriva Nesta

Giornata forse decisiva per la seconda promossa dalla serie B alla serie A, la penultima del torneo cadetto. Il Frosinone, infatti, vince in casa dell’Entella ed è a un turno dalla fine a +2 sul Parma terzo e a +3 sul Palermo quarto, bloccato dal Cesena ed ormai fuori dalla corsa promozione.

Sofferta ma meritata la vittoria del Frosinone a Chiavari: 1-0 grazie ad una rete del solito Dionisi che proietta i laziali verso la serie A, perchè ad una sola giornata dal termine del campionato la squadra di Longo ha 2 importantissimi punti di vantaggio sul terzo posto e, considerando che la partita casalinga contro il demotivato Foggia non dovrebbe rappresentare un ostacolo insormontabile, sembrano spalancare un’autostrada ai ciociari verso il ritorno in massima serie dopo due stagioni in B. Si mangia le mani il Parma che batte il Bari e diventa terzo superando il Palermo, ma recrimina ripensando alle sconfitte di Vercelli e di Cesena che oggi sarebbero potuti valere la serie A diretta con un turno di anticipo; male il Palermo che non va oltre lo 0-0 casalingo contro il Cesena sbagliando pure un calcio di rigore con Coronado e che dice addio alle residue velleità di promozione senza passare per i playoff. Agli spareggi, oltre a una fra Frosinone e Parma, ed oltre ai già citati siciliani, andranno il Venezia (sconfitto 5-1 a Cremona) il Bari, il Cittadella (1-1 a Carpi) ed il Perugia, fermato sul pari dal Novara e che a fine partita esonera clamorosamente Breda affidando la panchina all’esordiente Alessandro Nesta. Niente da fare per il Foggia che batte la Salernitana ma saluta le speranze di promozione, mentre nella zona bassa è salva aritmeticamente la Cremonese che col Venezia ritrova il successo dopo 4 mesi e 18 partite, quasi tranquillo pure il Cesena, tornano invece in discussione le posizioni del Brescia (ko in casa contro la capolista Empoli) e del Pescara, sconfitto dall’Ascoli che ad oggi giocherebbe il playout, al contrario dell’Avellino che sarebbe salvo dopo la vittoria contro lo Spezia. Drammatica la situazione dell’Entella, terz’ultimo a -3 dal Novara e con l’unica possibilità di salvezza nello scontro diretto dell’ultima giornata proprio in Piemonte: alla squadra di Domenico Di Carlo basterà non perdere per acciuffare lo spareggio, a quella di Volpe (all’esordio in panchina dopo l’esonero di Aglietti) servirà necessariamente conquistare la posta piena per non retrocedere e seguire in serie C Pro Vercelli e Ternana, entrambe ora matematicamente cadute in terza serie nonostante la vittoria degli uomini di Vito Grieco (anch’egli al debutto a seguito del licenziamento di Grassadonia) sugli umbri, amaro epilogo di una stagione storta per tutte e due le compagini.

In gol sia il capocannoniere Caputo (Empoli), salito a 26 reti stagionali, sia il compagno di squadra Donnarumma, secondo a 22. Sul podio Di Carmine (Perugia) a quota 21 ed inseguito da Montalto (Ternana) a 20 e da Mazzeo (Foggia) a 18.

CLASSIFICA: Empoli 82; Frosinone 71; Parma 69; Palermo 68; Venezia 66; Bari 64; Cittadella 63; Perugia 60; Foggia 57; Spezia 53; Carpi 52; Salernitana 51; Cremonese 48; Cesena, Brescia e Pescara 47; Avellino ed Ascoli 45; Novara 44; Entella 41; Pro Vercelli 40; Ternana 37.

di Marco Milan

Lascia un commento

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS