Serie B, 34°giornata: Empoli a piccoli passi verso la A, il Parma riapre la lotta per il secondo posto

Si fa più che viva che mai la lotta per la promozione in serie A, a conferma che è la primavera il vero momento cruciale del campionato di B. Se l’Empoli è infatti ormai vicinissimo alla festa, la lotta per il secondo posto è apertissima con il Parma che batte il Frosinone nello scontro diretto ed approfitta anche del pareggio del Palermo per portarsi a 2 lunghezze dal salto di categoria.

L’Empoli a La Spezia rischiava tanto, un po’ perchè al Picco non è facile vincere e un po’ per l’emergenza assoluta nel reparto offensivo con Donnarumma e Rodriguez ko, ed il solo Caputo a guidare l’attacco azzurro. Alla fine l’1-1 finale soddisfa i toscani che lasciano intatto il distacco dagli inseguitori e con 9 punti di vantaggio sul terzo posto avanzano ad ampie falcate verso il ritorno in serie A. Alle spalle della capolista i giochi si riaprono clamorosamente perchè il Parma fa il colpaccio battendo in casa il Frosinone grazie alla doppietta di Di Gaudio ed il Palermo non va oltre l’1-1 casalingo contro il Pescara, guidato per la prima volta in panchina da Pillon; Parma che così si porta ad appena due punti dalle due rivali e può legittimamente sperare nella promozione diretta. Si mangia le mani, viceversa il Bari, bloccato sul pareggio al San Nicola dalla Salernitana e, in attesa del Perugia (che giocherà ad Avellino nel posticipo con i campani che vedranno esordire il nuovo tecnico Foscarini) in zona playoff perdono sia il Venezia (1-2 col Brescia) che il Cittadella, travolto 5-1 dal fanalino di coda Ternana. Roboante pure il successo del Foggia che passeggia in trasferta 4-0 contro una Cremonese ormai in caduta libera e che adesso inizia a guardarsi indietro più che avanti, con l’undicesima gara consecutiva senza vittorie; in zona bassa, oltre a Brescia e Ternana, vincono anche l’Ascoli (2-0 al Carpi) che delle ultime 4 partite ne ha vinte 3 e pareggiata una, ed il Cesena che supera 3-0 l’Entella, abbandona la linea rossa e vi lascia invece invischiati proprio i liguri. Lo 0-0 nel derby piemontese fra Pro Vercelli e Novara, infine, serve a poco agli uomini di Grassadonia, sempre penultimi ed attardati, un po’ di più a quelli di Di Carlo che lentamente si avvicinano alla salvezza diretta.

Caputo (Empoli) non va in gol ma resta capocannoniere con 22 reti, seguito dal compagno di squadra Donnarumma, fermo a 18 ed avvicinato da Montalto (Ternana) che raggiunge Di Carmine (Perugia) a quota 17. Sale anche Mazzeo (Foggia), arrivato a 14 ed ora davanti al gruppo formato da Ciofani (Frosinone), Nestorovski (Palermo), Cerri (Perugia) e Galano (Bari), tutti rimasti a 13 marcature.

CLASSIFICA: Empoli 67; Frosinone e Palermo 58; Parma 56; Bari 54; Perugia* 53; Venezia e Cittadella 50; Carpi 48; Foggia e Spezia 46; Salernitana 42; Cremonese e Brescia 41; Novara 39; Pescara 38; Cesena 37; Ascoli, Avellino* ed Entella 36; Pro Vercelli 31; Ternana 30. *una partita in meno.

di Marco Milan

Lascia un commento

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS