Serie B, 4°giornata: Cittadella ko, il Verona sale in testa. Benevento e Palermo a valanga

Nonostante regni ancora la più completa incertezza intorno alla serie B, fra ricorsi accettati, respinti, il muro di Lega e FIGC sul formato a 19 squadre, il campionato prosegue come se nulla fosse, proponendo una quarta giornata che fa registrare il sorpasso in vetta del Verona sul Cittadella, battuto fra le polemiche a La Spezia.

Sconfitta che brucia quella degli uomini di Venturato, ko di misura contro uno Spezia ben messo in campo, bravo a portarsi in vantaggio nel primo tempo e poi a resistere nella ripresa. Lamentele del Cittadella per l’espulsione comminata a Panico e per un presunto calcio di rigore non assegnato. Della battuta d’arresto dei granata approfitta così il Verona che vince 2-1 lo scontro diretto in casa del Crotone e si porta al comando del torneo, dimostrandosi squadra compatta e attrezzata per tornare immediatamente in serie A, lo stesso obiettivo che hanno anche Benevento e Palermo, entrambe vittoriose con successi travolgenti: i giallorossi hanno demolito nel derby campano la Salernitana (4-0), mentre i rosanero siciliani hanno fatto a pezzi un irriconoscibile Perugia, spazzato via per 4-1. Due partite che mettono in chiaro, almeno per il momento, la differenza fra chi lotterà per la promozione diretta e chi al massimo per un posto nei playoff. Fra le neopromosse, 1-1 del Padova rimontato dalla Cremonese e prima vittoria per il Lecce che in rimonta supera 2-1 il Venezia, mentre termina in parità (1-1) lo scontro fra Carpi e Brescia, vale a dire le due squadre che in settimana avevano sostituito il tecnico: in Emilia l’esordiente Chezzi ha fatto posto al ritorno di Fabrizio Castori, in Lombardia un altro debuttante, Suazo, è stato rimpiazzato da Eugenio Corini. Nella zona bassa della classifica, infine, il Foggia resta ultimo e con ancora 5 punti di penalizzazione a causa della sconfitta in casa del Pescara, mentre la sfida tra Cosenza e Livorno finisce 1-1 lasciando entrambe le compagini ancora a secco di vittorie, coi toscani che agguantano il primo punto stagionale. Resta lontano dai pericoli l’Ascoli nonostante il turno di riposo osservato.

Pazzini (Verona), Trajkovski (Palermo) e Vido (Perugia) condividono la testa della classifica marcatori con 3 reti ciascuno, seguiti a 2 da Cocco (Pescara), Falco, Mancosu e Palombi del Lecce, da Bandinelli (Benevento), Nestorovski (Palermo), Firenze (Crotone), Iori (Cittadella), Morosini (Brescia) e Ravanelli (Padova).

CLASSIFICA: Verona 10; Cittadella 9; Pescara e Palermo 8; Benevento 7; Cremonese, Crotone e Spezia 6; Lecce, Padova e Salernitana 5; Ascoli e Perugia 4; Brescia e Venezia 3; Cosenza 2; Livorno e Carpi 1; Foggia -5 (-8).

di Marco Milan

Lascia un commento

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS