Serie B, 2°giornata: Cittadella unica a punteggio pieno, Cosenza-Verona rinviata per motivi paradossali

Seconda giornata in serie B, forse l’ultima col formato a 19 squadre se venerdì 7 settembre (col campionato fermo per la sosta) il Coni ribalterà le sentenze estive riammettendo una o tre squadre nel torneo cadetto e rivoluzionando l’intera annata che per il momento vede il solo Cittadella in testa alla classifica a punteggio pieno.

Due su due per il Cittadella che dopo il Crotone in casa batte anche il Carpi in trasferta ed è l’unica formazione di serie B in vetta al campionato, per di più con 4 reti segnate e nessuna subita. Alle spalle degli uomini di Venturato ci sono le tre P: il Padova che ha fatto suo il derby veneto col Venezia, il Pescara che ha battuto in casa il Livorno grazie alla doppietta del redivivo Cocco e il Perugia, vittorioso 2-0 sull’Ascoli. Primo successo e primi punti per lo Spezia che supera 3-2 il Brescia nella gara più spettacolare della giornata, mentre rimandano l’appuntamento con la prima vittoria sia Palermo e Cremonese che pareggiano 2-2 il loro scontro diretto caratterizzato da capovolgimenti di fronte a non finire, e sia Lecce e Salernitana, anch’esse autrici di un 2-2 che ha visto i pugliesi due volte in vantaggio e dunque rimontati proprio come la settimana precedente a Benevento contro la compagine che ha osservato il turno di riposo nella seconda giornata. Sorride anche il Crotone, travolgente 4-1 sul Foggia nella partita che ha messo il tecnico dei calabresi Stroppa a confronto col suo recente passato e che lascia i rossoneri ultimi con ancora 5 punti di penalizzazione da recuperare, mentre a quota zero ci sono il Carpi ed il Livorno, anche se i toscani hanno disputato una sola partita per via del turno di riposo rispettato all’esordio.

Infine il caso più spinoso della settimana: Cosenza-Verona è stata rinviata poichè l’arbitro, dopo un paio di sopralluoghi, ha ritenuto inadeguato il manto erboso dello stadio San Vito, rizollato solamente la notte precedente. Situazione paradossale perchè il rinvio è arrivato con le due squadre già in fase di riscaldamento ed anche perchè le incertezze sul terreno di gioco erano note da settimane, motivo per il quale il Cosenza avrebbe potuto chiedere di giocare la gara in campo neutro senza così creare alcun danno alla propria squadra e agli altri. I silani rischiano ora anche la sconfitta per 0-3 a tavolino, oltre ad aver rovinato il ritorno casalingo in serie B dopo 15 anni di attesa. In testa alla classifica marcatori c’è dopo due turni Vido (Perugia) con 3 reti.

CLASSIFICA: Cittadella 6; Padova, Perugia e Pescara 4; Venezia, Crotone e Spezia 3; Lecce, Cremonese, Salernitana e Palermo 2; Verona*, Ascoli, Cosenza*, Brescia e Benevento* 1; Livorno* e Carpi 0; Foggia -5 (-8). *una partita in meno.

di Marco Milan

Lascia un commento

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS