Formula 1, Cina: capolavoro di Ricciardo, Vettel tamponato da Verstappen, anonimo Hamilton

Un monumentale Daniel Ricciardo trionfa nel gran premio di Cina e va a prendersi la prima vittoria della stagione, la sesta della carriera, interrompendo la serie di vittorie della Ferrari e di Sebastian Vettel, in difficoltà e pure tamponato da Max Verstappen, troppo arrembante ed esagerato nel momento del sorpasso sul tedesco.

INTELLIGENZA E FORZA – Splendida la giornata di Daniel Ricciardo, partito sesto e capace di vincere una gara pazzesca ma gestita in maniera superlativa da lui e dalla Red Bull, bravissima ad effettuare il cambio gomme nel momento dell’ingresso della Safety Car a causa dell’incidente fra le due Toro Rosso, rimandando in pista i due piloti con pneumatici più freschi degli altri. Ricciardo si è sbarazzato di Hamilton, di Vettel e infine del leader della corsa Bottas, infilato da un sorpasso eccezionale dell’australiano che ha avuto a quel punto la strada spianata verso una vittoria che lo rilancia anche in classifica.

RABBIA E DELUSIONE – Ma in casa Red Bull c’è anche l’altro lato della medaglia, ovvero Max Verstappen, autore sì di ottimi sorpassi ma ancora immaturo nella gestione delle situazioni. Il suo tamponamento a Sebastian Vettel al 43°giro gli causa 10 secondi di penalità che lo portano da terzo a quinto e non riescono ancora ad issarlo alla stregua dei più grandi. Deluso Vettel che si era già fatto superare da Bottas che aveva anticipato la sua sosta rispetto al tedesco della Ferrari, ma che stava comunque gestendo quel secondo posto che lo avrebbe mantenuto in testa alla classifica con un discreto vantaggio sui rivali. Vettel chiude ottavo, superato anche da un grintoso Alonso, ed i giochi in chiave campionato sono ora riaperti.

SCIALBO – Davvero anonima, invece, la gara di Lewis Hamilton, ancora a secco di vittorie nel 2018 ed apparso opaco ed impotente nel fine settimana cinese, patendo le due Ferrari e il compagno di squadra Bottas fin dalle qualifiche. Nessuna strategia è servita all’inglese per agguantare almeno il podio e soltanto il ko di Vettel gli permette di essere a soli 9 punti dal tedesco; la Mercedes appare meno dominante rispetto agli anni scorsi, ma anche Hamilton sembra in crisi di identità in questo primissimo scorcio di stagione. C’è tempo e modo per recuperare, ma l’impressione del primo Hamilton 2018 è allarmante. A metà, invece, l’umore di Kimi Raikkonen, partito dalla seconda posizione e con l’intenzione di lottare per la vittoria, si ritrova come al solito sacrificato dal box a vantaggio di Vettel e in sesta posizione, salvo poi sfruttare l’ingresso della Safety Car per acciuffare almeno il podio, utile per i costruttori e per il morale del finlandese.

RESOCONTO: 1.Ricciardo (Red Bull); 2. Bottas (Mercedes); 3. Raikkonen (Ferrari); 4. Hamilton (Mercedes); 5. Verstappen (Red Bull); 6. Hulkenberg (Renault); 7. Alonso (McLaren); 8. Vettel (Ferrari); 9. Sainz (Renault); 10. Magnussen (Haas).

CLASSIFICA: 1. Vettel 54; 2. Hamilton 45; Bottas 40.

di Marco Milan

Lascia un commento

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS