Serie B, 35°giornata: nella giornata dei pareggi l’Empoli è ad un passo dalla serie A

La 35.ma giornata del campionato di serie B fa registrare ben 8 pareggi su 11 gare, 27 reti ed una sola vittoria esterna. Il colpo lo fa l’Empoli che batte la Pro Vercelli, si porta a +11 sul terzo posto e mette un’ipoteca serissima sul ritorno in serie A.

Un Empoli che ha sofferto più del previsto contro la Pro Vercelli che diventa fanalino di coda del torneo: 3-2 finale per i toscani di Andreazzoli che, approfittando dei pareggi delle inseguitrici, aumentano il vantaggio sul terzo posto e possono iniziare il loro conto alla rovescia in vista di una promozione ormai non più in discussione. Dietro l’Empoli continua la gara a chi pareggia di più: non cambiano, infatti, le distanze tra Frosinone, Palermo e Parma: i laziali si fanno rimontare dallo Spezia in pieno recupero, imitati dai siciliani in casa contro la Cremonese, mentre gli emiliani non sfondano col Cittadella uscendo con uno 0-0 che li lascia a -2 dal secondo posto. Occasione fallita pure dal Bari, avanti a Pescara 2-0 e ripreso sul 2-2 nel recupero dagli abruzzesi di Pillon, mentre Perugia e Venezia fanno 1-1 in un chiaro scontro diretto in zona playoff. Chi invece recupera punti portandosi a due sole lunghezze dagli spareggi è il Foggia che travolge l’Ascoli e si candida a sorpresa del finale di stagione, raggiungendo in classifica il Carpi che proprio al 93′ agguanta l’1-1 a Brescia in una partita che porta Andrea Caracciolo a sole 2 reti dal secondo posto di Daniele Cacia nella classifica dei bomber cadetti di tutti i tempi. Brescia che sciupa una buona opportunità ma resta comunque a distanza di sicurezza dalla zona playout, così come l’Avellino che pareggia a Chiavari, lasciando l’Entella al quart’ultimo posto e che oggi disputerebbe lo spareggio col Cesena, ripreso sull’1-1 a Salerno. Risucchiato invece il Novara, travolto 3-0 dalla pimpante Ternana, l’unica formazione dei bassifondi a vincere e che, col secondo successo consecutivo, crede ancora nel miracolo. Il punto del Pescara col Bari, infine, serve molto al morale e muove la pericolante classifica dei biancoazzurri, arrivati forse alla svolta del loro tribolato campionato.

Segna il capocannoniere Caputo (Empoli), salito a 23 reti, seguito dal compagno di squadra Donnarumma, fermo a 18, dalla coppia Di Carmine (Perugia)-Montalto (Ternana) a 17 e da Mazzeo (Foggia) che raggiunge quota 15. A 13, invece, il gruppo formato da Caracciolo (Brescia ), Ciofani (Frosinone), Nestorovski (Palermo), Pettinari (Pescara), Cerri (Perugia) e Galano (Bari).

CLASSIFICA: Empoli 70; Frosinone e Palermo 59; Parma 57; Bari 55; Perugia 54; Venezia e Cittadella 51; Foggia e Bari 49; Spezia 47; Salernitana 43; Cremonese e Brescia 42; Avellino 40; Pescara e Novara 39; Cesena 38; Entella 37; Ascoli 36; Ternana 33; Pro Vercelli 31.

di Marco Milan

Lascia un commento

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS