Serie B, 26°giornata: l’Empoli gioca ancora a poker e resta in vetta col Frosinone. Palermo di nuovo ko

22 reti, due vittorie esterne e due 0-0 nella 26.ma giornata del campionato di serie B che lascia al comando la coppia Empoli-Frosinone, sempre più travolgenti ed ora con 6 punti di vantaggio sul Palermo, ancora sconfitto ed apparso in difficoltà rispetto alle due battistrada.

Il dominio dell’Empoli si sta facendo imponente e la squadra di Andreazzoli è devastante: sesta vittoria consecutiva, terzo 4-0 rifilato ad una grande, 35 reti della coppia Caputo-Donnarumma e testa della classifica pienamente meritata dai toscani che hanno travolto pure il Parma dopo aver fatto quaterna anche contro Bari e Palermo. Di questo passo, la marcia degli azzurri non potrà che essere trionfale e culminare col ritorno in serie A dopo la retrocessione dell’anno scorso. In gran salute pure il Frosinone che ha regolato il pericolante Ascoli per 2-0 volando assieme all’Empoli a +6 sul Palermo, giunto alla terza sconfitta di fila e battuto in pieno recupero sul campo di un Perugia che si ritrova ora a soli tre punti dalla zona playoff. Convince sempre di più il Bari che dopo aver battuto il Frosinone sconfigge anche la Cremonese allo Zini e rilancia le proprie ambizioni, frenando quelle dei lombardi che sembrano incappati un momento di involuzione; bene il Cittadella, corsaro di misura a Cesena, bene anche il Venezia che in casa non ha pietà del grande ex Novellino, superato 3-1 nella gara persa dal suo Avellino in laguna. Perdono terreno in chiave playoff lo Spezia (1-1 a Novara), il Pescara (0-0 in casa dell’Entella) e soprattutto il Carpi, bastonato a Foggia dai rossoneri pugliesi che col quarto successo consecutivo allontanano la zona playout staccando la Salernitana, che con la Pro Vercelli non va oltre lo 0-0, il Cesena e il Brescia che però vince l’importantissimo scontro salvezza contro la Ternana che consente al tecnico Boscaglia di rinsaldare la propria panchina e ai lombardi di lasciare la quint’ultima posizione di una classifica chiusa ancora dalla stessa Ternana e dall’Ascoli, ora seriamente indiziate per una retrocessione amara di due piazze storiche del calcio italiano.

L’Empoli domina anche la classifica dei marcatori con Caputo capocannoniere del torneo con 20 reti e Donnarumma in seconda posizione a quota 15. Salgono Di Carmine (Perugia) e Montalto (Ternana) che si portano a 14, mentre Galano (Bari) resta a 13 davanti a Ciofani (Frosinone) e Pettinari (Pescara), entrambi a 12.

CLASSIFICA: Empoli e Frosinone 49; Palermo 43; Bari e Cittadella 41; Venezia 39; Cremonese e Parma 37; Carpi e Spezia 36; Pescara 35; Foggia e Perugia 34; Salernitana e Novara 31; Avellino e Brescia 30; Cesena ed Entella 28; Pro Vercelli 26; Ascoli 23; Ternana 22.

di Marco Milan

Lascia un commento

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS