Formula 1, Emirati Arabi: doppietta della Mercedes nella noia, Bottas batte Hamilton

La stagione 2017 di Formula 1 chiude i battenti col gran premio più scialbo dell’anno: pochi sorpassi, nessuna sorpresa e scarse emozioni. Vince Valtteri Bottas, con Hamilton a completare la doppietta della Mercedes, la quarta consecutiva negli Emirati Arabi, e con Sebastian Vettel a completare il podio di Abu Dhabi.

TRIONFO SCONTATO – Che la Mercedes avrebbe maramaldeggiato sul circuito arabo era abbastanza preventivabile: troppo superiore alle altre la monoposto campione del mondo, imprendibile sia in qualifica (con la prima fila conquistata facilmente) che in gara dove Bottas è partito alla perfezione dalla pole position, seguito da Hamilton. I due alfieri della scuderia tedesca si sono avviati verso una doppietta senza opposizioni che ha portato il finlandese alla terza vittoria stagionale e di carriera, oltre a far raggiungere alla Mercedes il podio numero 100 in 186 gran premi dal ritorno in Formula 1 del 2010. Il modo ideale per chiudere un campionato nuovamente trionfale.

FUORI I SECONDI – Alle spalle dei vincitori, ecco le Ferrari di Vettel e Raikkonen che hanno svolto il loro compitino senza infamia e senza lode, incapaci di contrastare la Mercedes e bravi a tenere a bada la Red Bull. Tanto la scuderia italiana quanto quella austriaca, sono chiamate in vista del 2018 a compiere quel salto di qualità che possa realmente infastidire una Mercedes che anche quest’anno quando ha voluto spingere ha piazzato il colpo decisivo per conquistare l’ennesimo campionato del mondo. Per la prossima stagione, Vettel e Verstappen dovranno radunare in fretta idee ed ambizioni, sperando che Ferrari e Red Bull forniscano loro vetture senza difetti e soprattutto affidabili, perchè anche stavolta che la Mercedes se l’è vista brutta almeno fino a fine estate, la superiorità tedesca è stata evidente.

GLI ALTRI – Chiude la carriera con un punto e il decimo posto Felipe Massa, appiedato dalla Williams ed all’ultima gara in Formula 1. Speranze per il futuro le ha invece ancora Fernando Alonso che la prossima stagione confida nei motori Renault per rilanciare la McLaren, comunque in ripresa nel finale del 2017; a proposito di Renault, la scuderia francese agguanta proprio nell’ultima corsa dell’anno il sesto posto in classifica, scavalcando la Toro Rosso che nell’ultima parte di campionato, fra continui cambi di piloti ed una costante inaffidabilità, è stata disastrosa. Ultimo posto per la Sauber che potrebbe licenziare entrambi i piloti (Werlhein sicuramente, Ericsson molto probabilmente) e ripartire nel 2018 da Leclerc (vincitore della Formula 2) e Giovinazzi, ma soprattutto dai motori Alfa Romeo.

RESOCONTO: 1. Bottas (Mercedes); 2. Hamilton (Mercedes); 3. Vettel (Ferrari); 4. Raikkonen (Ferrari); 5. Verstappen (Red Bull); 6. Hulkenberg (Renault); 7. Perez (Force India); 8. Ocon (Force India); 9. Alonso (McLaren); 10. Massa (Williams).

CLASSIFICA FINALE: 1. Hamilton 363; 2. Vettel 317; 3. Bottas 305.

di Marco Milan

Lascia un commento

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS