Formula 1, Austria: Bottas vince su Vettel, Hamilton 4° e a -20 dalla vetta

Entusiasmante sino all’ultimo metro il gran premio d’Austria 2017, vinto da Valtteri Bottas in volata su Sebastian Vettel, con Daniel Ricciardo che sempre sul filo di lana tiene a bada la rimonta di Lewis Hamilton per l’ultimo gradino del podio. Un risultato che consente a Vettel di allungare in classifica su Hamilton che è ora distante 20 punti dal tedesco della Ferrari.

GREGARIO A CHI? – Ed ora chi glielo dice a Bottas che deve farsi da parte a favore di Hamilton? Il finlandese della Mercedes domina dall’inizio alla fine la gara austriaca dopo aver centrato anche la pole position e si porta a -15 dal compagno di squadra, tutto sommato ancora in lotta per il titolo mondiale. Bottas sta prendendo coraggio, ci crede, si accorge che il compagno di squadra arranca, allora perchè accontentarsi di qualche vittoria quando si può puntare all’intera posta in palio? Il finnico è partito alla perfezione a Zeltweg, bruciando tutti così velocemente che qualcuno si è addirittura interrogato su un suo scatto irregolare ed anticipato; nulla di tutto ciò, Bottas è stato semplicemente perfetto sia in partenza, sia nella gestione della gara e sia alla fine quando con freddezza e lucidità ha tenuto dietro l’arrembante Vettel.

ALLUNGO MONDIALE – Un Vettel che, dopo aver smaltito l’iniziale delusione per essere arrivato ad un soffio dal successo, si gode i punti di vantaggio nella classifica iridata che, grazie anche al quarto posto di Hamilton, salgono ora a 20, un bottino non indifferente per il pilota della Ferrari, soprattutto perchè la Mercedes quest’anno sembra essere veramente alla portata, pur rimanendo la vettura migliore. Hamilton, partito ottavo per la sostituzione del cambio, ci ha provato in tutti i modi a limitare i danni e tutto sommato ci è pure riuscito, pur con quel podio mancato che gli è costato 3 punti che poteva rosicchiare a Vettel. Domenica prossima in casa a Silverstone, l’inglese punterà al malloppo pieno per riavvicinare la testa della classifica.

OMBRE E RISCOSSE – Opaca la gara di Kimi Raikkonen, terzo al via e quinto in gara, incapace di infastidire le Mercedes e più lento pure della Red Bull di Ricciardo, bravissimo invece a conquistare il suo quinto podio consecutivo, confermandosi in questo momento l’unico in casa Red Bull in grado di tenere alta la bandiera austriaca, dato che il suo compagno Verstappen continua ad essere bersagliato dalla sfortuna: anche a Zeltweg, infatti, l’olandese è stato costretto al ritiro (il quinto nelle ultime sette corse) dopo una collisione fortuita al primo giro, innescata dal pessimo Kvyat e che ha coinvolto, oltre a Verstappen, anche il povero Alonso, finito pure lui ai box dopo due curve. Le imprese in Austria le hanno compiute invece le due Williams di Massa e Stroll (nono e decimo posto dopo la partenza  per entrambi dalla penultima fila), oltre alla Haas di Grosjean che ha chiuso sesto alle spalle di Mercedes, Ferrari e Red Bull; solita costanza e consistenza per le Force India di Perez ed Ocon, ancora a punti, mentre delude la Renault, fuori dai primi dieci sia con Hulkenberg che con Palmer.

RESOCONTO: 1. Bottas (Mercedes); 2. Vettel (Ferrari); 3. Ricciardo (Red Bull); 4. Hamilton (Mercedes); 5. Raikkonen (Ferrari); 6. Grosjean (Haas); 7. Perez (Force India); 8. Ocon (Force India); 9. Massa (Williams); 10. Stroll (Williams).

CLASSIFICA: 1. Vettel 171; 2. Hamilton 151; 3. Bottas 136.

di Marco Milan

Lascia un commento

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS