Serie B, 35.ma giornata: la Spal vola in testa, il Frosinone rallenta ancora

Dopo la vittoria in casa della Spal, sembrava che il Frosinone avesse staccato il biglietto per l’immediato ritorno in serie A, ed invece da allora la squadra di Marino ha tirato il freno a mano raccogliendo tre pareggi consecutivi, tutti per 1-1, e vedendosi raggiunta ed ora superata proprio dalla formazione ferrarese che è la nuova capolista solitaria del campionato di serie B.

La 35.ma giornata del torneo cadetto incorona la meravigliosa Spal di Leonardo Semplici, vittoriosa a Brescia e capoclassifica nel momento decisivo della stagione. Al Rigamonti gli emiliani hanno dominato in lungo e in largo imponendosi e ritrovandosi ora con 2 punti di vantaggio sul Frosinone che ad Ascoli ha sprecato tanto, ha rischiato di andare sotto, ha trovato il gol del vantaggio e si è infine visto ripreso dai marchigiani al 95′ perdendo così la testa del campionato dopo il terzo 1-1 di fila. Il tutto in attesa che il Verona giochi il posticipo in casa del Novara con la possibilità in caso di successo di riavvicinarsi alla vetta della graduatoria. Al quarto posto il Cittadella aggancia il Benevento dopo averlo battuto nello scontro diretto in Veneto, mentre il Perugia non approfitta del ko dei campani perdendo fragorosamente a Trapani al cospetto di una squadra che a Natale aveva 13 punti, era ultima e strautlima ed oggi di punti ne ha 38 ed è fuori dalla zona retrocessione. In zona playoff si mantengono anche le compagini liguri: lo Spezia vince il confronto diretto col Bari che in trasferta ormai non sa far altro che perdere, l’Entella viene invece sconfitto in casa della Pro Vercelli che è una delle formazioni più in forma del momento, tutto il contrario del Carpi, battuto pure ad Avellino ed ormai con un piede fuori dagli spareggi promozione. In zona salvezza, detto del Trapani, i colpacci li fanno il Cesena ed il Vicenza, vittoriosi in trasferta contro rivali dirette come Pisa e Latina, ora relegate al penultimo e all’ultimo posto della classifica; vince ancora la Ternana che supera di misura la Salernitana ed aggancia il Brescia in zona playout. Ad oggi, oltre a Pisa e Latina, a retrocedere sarebbe la stessa Ternana, mentre Brescia e Vicenza giocherebbero lo spareggio; ma dai 39 punti di Ascoli e Cesena ai 31 del Latina fanalino di coda tutto ancora può accadere.

In attesa di scendere in campo, Pazzini (Verona) resta capocannoniere del campionato con 20 reti e vede avvicinarsi Caputo (Entella) salito a 17, una in più di Ceravolo (Benevento) che è a 16, mentre Dionisi (Frosinone) sale a quota 15 ed Antenucci (Spal) a 14.

di Marco Milan

Lascia un commento

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS