Serie A. Rallenta la Juve, Napoli corsaro a Roma. Belotti show a Torino

logo-serie-a-620x350Si accorcia la classifica del massimo campionato di Serie A, in testa rallenta la Juventus si blocca la Roma e sorride il Napoli.

In evidenza la sconfitta della Roma in casa contro il Napoli per 1 a 2, partita dalle mille emozione quella dell’Olimpico, un match giocato a viso aperto da entrambe le squadre senza timori ne tatticismi. Una prima frazione di gioco con i partenopei sugli scudi, Hamsik e compagni sfruttano alla grande gli spazi lasciati da una retroguardia giallorossa apparsa lenta e poco attenta. Mertens sigla il gol del vantaggio a metà primo tempo grazie a una splendida imbucata dello stesso Hamsik con un pallonetto perfetto. Nella seconda frazione la musica non cambia e i partenopei continuano a fare la partita, il folletto belga trova la doppietta al 50esimo appoggiando in porta l’assist di Insigne. Il match sembra segnato ma Strootman a sessanta secondi dal 90esimo accorcia le distanze, grazie a un moto di orgoglio i ragazzi di Spalletti costringono Reina ad almeno due interventi prodigiosi nei minuti di recupero. L’estremo difensore napoletano nega il pareggio ai giallorossi e regala tre punti fondamentali alla squadra di Sarri.

Si ferma anche la Juventus che alla Dacia Arena contro l’Udinese non va oltre l’1 a 1, partita non bellissima quella dei bianconeri forse inconsciamente condizionati dallo stop della Roma. Primo tempo sottotono della capolista che soffre la freschezza fisica dei friuliani che al 37esimo del primo tempo vanno in vantaggio con Duvan Zapata. Nella seconda frazione i ragazzi di Allegri tornano in campo con un altro piglio e costringono Danilo e compagni nella loro metà campo, al 60esimo Bonucci trova il pari di testa e fissa il risultato sul pareggio.

Goleada dell’Inter in trasferta contro il Cagliari per 5 a 1, al Sant’Elia è pokerissimo dei nerazzurri che dopo la brutta figura contro la Roma ritrovano gioco e autostima. Perisic apre le marcature nel primo tempo, raddoppia Banega mentre Borriello a tre minuti dall’intervallo accorcia le distanze. Al ritorno dagli spogliatoi è monologo nerazzurro, di nuovo Perisic poi Icardi e Gagliardini chiudono un match mai in discussione.

Nell’anticipo del sabato il Milan batte il Chievo per 3 a 1, a San Siro una doppietta di Bacca e un rigore di Lapadula stendono i veneti che avevano momentaneamente pareggiato nel primo tempo con De Guzman sempre dal dischetto (da segnalare l’errore di Bacca dagli undici metri quando si era sull’1-1). Nel Lunch match domenicale Atalanta e Fiorentina si annullano a vicenda, un pareggio a reti bianche che non serve a nessuna delle due, ad onor del vero i nerazzurri sembrano credere di più alla vittoria e collezionano numerose palle gol ma Tatarusanu fa buona guardia.

Vince la Lazio a Bologna per 2 a 0, i biancocelesti creano e sprecano tanto ma una doppietta di Ciro Immobile regala ad Inzaghi tre punti d’oro che proiettano i capitolini al quarto posto in classifica a meno quattro dal Napoli terzo. Il Torino grazie a bomber Belotti ribalta il momentaneo vantaggio del Palermo di Rispoli, nella seconda frazione il gallo sale in cattedra e in sette minuti fa tripletta  conquistando, con 22 marcature, il primo posto solitario nella classifica cannonieri. Negli altri match vittoria corsara del Genoa al Castellani contro l’Empoli per 2 a 0, pareggio a reti bianche tra Crotone e Sassuolo mentre la Sampdoria vince per 3 a 1 in casa contro il Pescara di mister Zeman, che non può festeggiare le sue mille panchine.

di Claudio Serratore 

Lascia un commento

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS