In memoria dei giornalisti uccisi, a sostegno dei minacciati

Il 3 maggio Ossigeno per l’Informazione celebra la Giornata mondiale per la libertà di informazione con un ricco programma di iniziative, sostenuto da Senato della Repubblica, Camera dei deputati, Osservatorio per la legalità e la sicurezza della Regione Lazio, Segretariato Sociale della Rai, Ordine regionale del Lazio e Associazione Stampa Romana

Giornalisti uccisi, minacciati, per aver svelato o solo intravisto3 maggio 2016_giornata mondiale libertà di stampa interessi oscuri, connivenze opache, affari da denunciare; cronisti che tengono la schiena dritta e fanno domande scomode, raccontano storie che devono essere raccontate, fanno semplicemente il loro dovere spesso senza tutele. Sono gli uomini e le donne a cui la Giornata mondiale della libertà di stampa, indetta dall’UNESCO, dedicherà a Roma le sue riflessioni durante le celebrazioni in programma per il 3 maggio.

Sarà Ossigeno per l’Informazione, Osservatorio promosso da FNSI e OdG sui cronisti minacciati e sulle notizie oscurate, a celebrare a Roma il World Press Freedom Day in memoria dei giornalisti uccisi e a sostegno dei cronisti minacciati in Italia a causa del loro lavoro, che sono sempre più numerosi, come dimostra la lista dei loro nomi pubblicata da Ossigeno. Infatti, anche nel 2016 l’elenco cresce al ritmo di più di una vittima al giorno.

Ricordare i giornalisti uccisi e allo stesso tempo proteggere quelli minacciati,dunque. I nodi dei rapporti tra informazione e libertà saranno sciolti nel corso delle iniziative promosse con il patrocinio dal Senato della Repubblica, della Camera dei deputati, dell’Osservatorio per la legalità e la sicurezza della Regione Lazio, del Segretariato Sociale della Rai, dell’Ordine regionale del Lazio e dell’Associazione Stampa Romana.

IL PROGRAMMA

Come fa sapere Ossigeno per l’Informazione, la giornata si svolgerà in tre momenti.

Alle 9, in collaborazione con la Biblioteca Nazionale Centrale di via Castro Pretorio 105, nei locali della struttura, alcune classi delle scuole superiori incontreranno i giornalisti minacciati a causa del loro lavoro e i familiari dei giornalisti uccisi.

Alle 14.30, la ricerca su mafia e informazione svolta da Ossigeno per l’Informazione, su incarico della Commissione Parlamentare Antimafia, sarà presentata presso la Sala Stampa della Camera dei deputati, a Palazzo Montecitorio. Prenderanno la parola Alberto Spampinato, direttore di Ossigeno, e l’onorevole Claudio Fava, vice presidente della commissione.

La giornata si concluderà alle ore 20 con la proiezione, a ingresso gratuito, del documentario “Silencio”, realizzato da Attilio Bolzoni e Massimo Cappello, che racconta le storie dei cronisti minacciati in Messico e in Calabria. Dopo la proiezione, i giornalisti Attilio Bolzoni e Lirio Abbate discuteranno con il pubblico in sala.

(di Grazia Pia Attolini)

Lascia un commento

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS