Serie B, 13°giornata: nel giorno delle rimonte, il Frosinone si prende la vetta

34 reti, 3 vittorie esterne e neanche uno 0-0 nella 13.ma giornata del campionato di serie B, in attesa del posticipo fra Perugia ed Avellino. Un turno che ha restituito la vetta della classifica al Frosinone, una delle favorite di inizio stagione, e che ha regalato emozioni e ribaltamenti di risultato con rimonte a non finire.

Il Frosinone vince lo scontro più importante del giorno battendo 2-1 il Parma ed approfitta del 2-2 del Palermo a Pescara e dell’1-1 dell’Empoli con lo Spezia per riprendersi il primo posto in classifica, dimostrando che i favori di inizio stagione non gli erano stati attribuiti per caso. A ridosso delle prime salgono così anche Cremonese e Venezia, entrambe autrici di vittorie in rimonta e al cardiopalma: i lombardi a Foggia vanno sotto 2-0 e ribaltano la partita vincendo 3-2, i veneti a Brescia subiscono l’eurogol di Caracciolo all’84’, quindi in un minuto a ridosso del 90′ trovano pari e gol vittoria; entrambe le neopromosse si confermano mine vaganti in un campionato senza ancora fughe vere e proprie. Lo scontro diretto fra Salernitana e Bari termina 2-2, lascia l’amaro in bocca ai campani che erano in vantaggio fino a meno di un quarto d’ora dalla fine, ma mantiene tutte e due le compagini in piena zona promozione, alla pari del Parma e meglio del Cittadella che in casa contro la pericolante Ternana non va oltre l’1-1. Nei bassifondi della classifica, invece, il colpo di rilievo lo mette a segno la Pro Vercelli, corsara a Novara nel sentito derby piemontese, mentre l’Ascoli si conferma vivo e battagliero ma esce sconfitto 4-2 dalla trasferta di Carpi; occasione sprecata invece per il Cesena, avanti 2-0 a Chiavari e rimontato sul pari dall’Entella, una rimonta che non ha però salvato la panchina ligure di Castorina, esonerato dopo i soli 2 punti raccolti dalla sua squadra nell’ultimo mese e mezzo. Fra i 23 punti del Frosinone capolista ed i 13 del gruppo all’ultimo posto, restano 10 le lunghezze di distanza, a dimostrazione che questa serie B stenta a decollare ai piani alti e non ha ancora squadre in clamorosa difficoltà in coda; spettacolo ed imprevedibilità non possono che giovarne.

Non va in gol Caputo (Empoli), ma resta capocannoniere del torneo con 10 reti, avvicinato ora a 9 dalla coppia formata da Nestorovski (Palermo) e da Galano (Bari), mentre a quota 8 ci sono Mazzeo (Foggia) e Pettinari (Pescara), a 7 Improta (Bari).

CLASSIFICA: Frosinone 23; Palermo 22; Cremonese, Venezia ed Empoli 21; Parma, Bari e Salernitana 20; Carpi 19; Cittadella 18; Pescara e Novara 17; Avellino* e Brescia 16; Spezia 15; Foggia, Perugia* ed Entella 14; Cesena, Ascoli, Ternana e Pro Vercelli 13. *una partita in meno.

di Marco Milan

Lascia un commento

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS