Bruxelles. Stati Generali degli italiani che lavorano nelle Istituzioni Europee

Bruxelles. Dibattiti e interventi sul ruolo dei funzionari italiani in Europa, dove 1 funzionario su 10 è italiano.

In occasione del 60° anniversario dei Trattati di Roma, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e la Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’UE hanno organizzato il 23 giugno scorso a Bruxelles, gli Stati Generali degli italiani nelle Istituzioni Europeeal fine di coinvolgere” si legge sul sito del MAECIgli italiani in servizio nelle istituzioni in un dialogo sul futuro dell’Italia nella costruzione europea”.

Nel corso dell’evento ci sono stati interventi e dibattiti con alte cariche politiche e rappresentanti istituzionali sui principali temi di attualità europea e sulla promozione economica e culturale.

Il premier Paolo Gentiloni, ricordando ai partecipanti il 23 giugno come data simbolo per l’UE (nel 2016 gli inglesi hanno votavano la Brexit) e che un anno fa il progetto europeo sembrava infrangersi, ha aggiunto che la “Brexit non è stata una campana a morte per l’Ue ma una sveglia”.

Tra gli invitati anche il Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, l’Alto Rappresentante-Vice Presidente Federica Mogherini e il Presidente del Gruppo S&D Gianni Pittella.

L’Alto Rappresentante Federica Mogherini ha elogiato gli italiani “che trovano soluzioni flessibili a problemi complessi”, ha parlato della necessità di “fare squadra perché a volte gli altri lo fanno più di noi”.

Il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani si è concentrato sull’importanza del “come fare sistema Italia a Bruxelles” e di come “far sentire ogni funzionario parte di una strategia.

Lascia un commento

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS